MARCIALONGA CRAFT, LA NEVE CI STA…

MARCIALONGA CRAFT, LA NEVE CI STA… – CYCLING: DUTTO, NICOLINI E PRATO SUPER

Freddo, pioggia e nevischio alla 14.a edizione, comunque un successo. È stata una Marcialonga su due ruote ‘a tema’ con protagonisti gli atleti della neve Nicolini e Prato dominatori della mediofondo, Dutto nella granfondo Claudia Sometti, unica “superstite” della 110 km si è ritirata sul S.Pellegrino

Partenza – Newspower.it Trento

Pietro Dutto (ex biatleta), Federico Nicolini (skialper) e Annalisa Prato (fondista) hanno trionfato oggi alla 14.a Marcialonga Craft tra le Valli di Fiemme e Fassa nei percorsi granfondo e mediofondo in una gara decisamente a tema… invernale, anche con qualche fiocco di neve sui passi.

Dutto , Arrivo – Newspower.it Trento

La pioggia non ha fermato gli intrepidi ciclisti che con grande coraggio e determinazione hanno affrontato i quattro passi dolomitici di Lavazé, Pampeago, San Pellegrino e Valles. Alle 8 in punto il folto plotone è scattato da Predazzo, sfilando poi verso i paesi di Ziano, Panchià e Tesero. Un gruppo di 20 atleti è transitato al km 18 con al comando Dutto, De Marchi e Senni, seguiva nel gruppo inseguitore l’ex fondista tedesco argento olimpico Peter Schlickenrieder e il suo ‘acerrimo avversario’ Cristian Zorzi, oro olimpico a Torino 2006. L’ex ciclista professionista Manuel Senni successivamente ha fatto forcing sulla salita di Passo Pampeago mostrando a tutti le sue qualità da scalatore, mentre da dietro nel nevischio Pietro Dutto stringeva forte i denti per non perdere le sue ruote. Intanto Nicolini, primo al transito di Passo Lavazè, Zamboni e Stagni, attardati di 30”, cercavano di ricucire il gap. Il nevischio ha reso ancora più ostica la salita di Pampeago con picchi di pendenza fino al 14,6% che hanno messo a dura prova i muscoli dei ciclisti, con il termometro che segnava ben 2°. Una volta scollinati, una lunga discesa attraverso gli abitati di Stava, Tesero, Ziano e Panchià ha riportato il gruppo a Predazzo, dove Nicolini in solitaria è sbucato per primo all’arrivo, concludendo così a braccia alzate i 55 km del mediofondo. Sfinito e tremante al traguardo, ha commentato: “Che dire, tempaccio! Dopo mesi di sole e caldo oggi abbiamo preso una giornata un po’ così, ma vabbè… Ero partito per il lungo, ma quando ho visto che iniziava a nevicare a Pampeago mi sono detto che era meglio cambiare idea e deviare per il corto. Peccato, stavo bene… ma ho vinto, quindi sono contento. Ero insieme a Dutto fino a Pampeago, poi mi ha staccato e non sono riuscito a ricucire il gap. Ho fatto podio nell’ultima edizione e quest’anno con la vittoria sono davvero felice”.

Dutto, Nicolini – Newspower.it Trento

Podio del mediofondo tutto trentino: Federico Nicolini di Molveno è salito quindi sul grandino più alto, seguito dal roveretano Andrea Bais e dal perginese Andrea Zamboni.

Invece, Dutto e Senni hanno proseguito per completare i 110 km del percorso granfondo verso le ultime due asperità di giornata: lo storico Passo San Pellegrino e il Passo Valles, al confine con la provincia di Belluno. A grande velocità Dutto e Senni si sono fiondati poi verso l’arrivo, dopo la tecnica discesa di 23 km tra gli abeti di Paneveggio. I due hanno dato enorme spettacolo al traguardo, con una maestosa volata il cuneese Dutto è riuscito ad imporsi sull’emiliano Senni. L’ex biatleta, ora allenatore della squadra U20 delle Fiamme Oro, ha raccontato così la sua prestazione: “È stata una gara bellissima, sono veramente sorpreso dalla mia prestazione. Erano salite veramente dure che di solito soffro abbastanza, però mi sono gestito bene. La pioggia forse mi ha aiutato un po’, riuscendo a chiudere il gap con gli altri. La volata finale è stata molto avvincente, Manuel è un ex ciclista e un campione, è stato molto bravo e per fortuna sono riuscito a rimontare. Abbiamo avuto un po’ di nevischio verso Pampeago, ma per il resto tutto bene”.

Annalisa Prato – Newspower.it Trento

La gara femminile di 55 km è stata dominata dalla cuneese Annalisa Prato, argento alla recentissima Nove Colli, partita in solitaria già nelle prime fasi del percorso. Centra così la sua prima vittoria alla Marcialonga, staccando di ben 7’ la bresciana Luisa Isonni, mentre la lecchese Alessia Ravasi è riuscita a guadagnarsi la terza piazza. Un grande applauso va fatto alla trentina Claudia Sometti, a circa 3 km da Passo San Pellegrino decide di abbandonare la competizione a causa di lancinanti dolori addominali ed è costretta a dire addio a quella che si preannunciava un’impresa da regina assoluta del granfondo: era l’unica donna rimasta in gara sul percorso lungo.

Un applauso ancora più forte è per i volontari presenti ai ristori lungo il percorso, i quali hanno sostenuto e teso una mano agli eroi delle due ruote di oggi. A festeggiare ed accogliere uno ad uno al traguardo c’era il presidente di Marcialonga, Angelo Corradini: “La cosa che più ci dà soddisfazione è non avere notizie di alcun incidente, perché la salute dei concorrenti è la priorità. C’era un tempo “da lupi” come si dice, ma la strada per fortuna è rimasta agibile senza problemi. Sono arrivati più di 800, è un bel risultato. Avevamo un numero record di iscritti, chiaramente questa mattina alcuni non sono partiti però va bene così. A settembre ci sarà l’ultimo evento dell’anno, la Running, che per fortuna non ha mai avuto problemi legati al meteo, poi a fine gennaio la 50.a Marcialonga ”.

Granfondo maschile

1 Dutto Pietro Mentecorpo By Biemme 3:41:42; 2 Senni Manuel A.S.D. Borello 3:41:43; 3 Coradazzi Thomas A.S.D. Chiarcosso Help 3:56:30; 4 Barbieri Riccardo Asd Team Mp Filtri 3:58:29; 5 Confortola Luca Alta Valtellina Bike Asd 4:00:14; 6 Porfido Luca Asd Gianluca Faenza Team 4:01:52; 7 Taschler Martin Union Raiffeisen Team 4:04:07; 8 Bonapace Roberto Timothy Asd Swatt Club 4:06:38; 9 Pellegrino Matteo Mentecorpo 4:06:40; 10 Venutolo Sabato A.S.D. G.S. Sportissimo 4:09:23

Mediofondo maschile

1 Nicolini Federico U.C. Valle di Non 01:52:03; 2 Bais Andrea Team Sildom Garda 01:52:32; 3 Zamboni Andrea A.S.D. Brao Caffe’ Unterthurner 01:53:38; 4 Pomoshnikov Sergei Team Sildom Garda 01:54:54; 5 Stagni Stefano Asd Gianluca Faenza Team 01:55:14; 6 Corsello Giuseppe Asd Gianluca Faenza Team 01:55:14; 7 Sogne Alessandro A.S.D. Brao Caffe’ Unterthurner 01:55:21; 8 Bianchi Filippo Asd Garda Scott Matergia 01:55:29; 9 Lombardi Davide Vitam-In Cycling Team Asd 01:56:16; 10 Facchini Patrick Societa’ Ciclistica Storo 01:56:49

Mediofondo femminile

1 Prato Annalisa Team Mentecorpo 2:10:49; 2 Isonni Luisa Boario A.S.D. 2:17:53; 3 Ravasi Alessia Asd Team Mp Filtri 2:20:20; 691 Incristi Antonella Ki.Co.Sys. Team Friuli 2:24:32; 5 Maraldi Cinzia Asd Gianluca Faenza Team 2:26:51; 6 Cadorin Anna Gs Alpilatte Br Pneumatici 2:30:48; 7 Parisi Elisa S.C. Formigosa 2:34:24; 8 Vavassori Eleonora Asd Zerotest 2:34:24; 9 Chiodi Gioia Mydoping Bike Service 2:37:17; 10 Menardi Susanna U.S. Primiero A.S.D. 2:38:26

Natoconlavaligia

Natoconlavaligia - La Redazione

Il sito non commerciale, nato nel 2004 si propone al servizio dei lettori e lettrici dei nostri articoli inseriti nelle tante sezioni informative.