ALLA SCOPERTA DELL’AUTENTICA BRETAGNA CHE INCANTA

Un territorio  suggestivo sospeso tra oceano e cielo, qui si può avere un contatto stretto con la natura selvaggia e primitiva.

Si dice che i bretoni abbiano i piedi per terra e la testa tra le nuvole in quanto sono un popolo di poeti  in una terra che  sembra sospesa tra la realtà e la fantasia.

foret adrenaline;carnacParc aventure et Escalade.
Bretagna - ©AtoutFrance
Maison Castel Meur -©AtoutFrance
Vannes nel Morbihan - ©AtoutFrance
previous arrow
next arrow
 
foret adrenaline;carnacParc aventure et Escalade.
Bretagna - ©AtoutFrance
Maison Castel Meur -©AtoutFrance
Vannes nel Morbihan - ©AtoutFrance
previous arrow
next arrow
Shadow

In questo mondo fantastico sono nate tante leggende, fra le più famose quelle legate alla Tavola Rotonda con Re Artù e i suoi cavalieri, fra cui emerge Lancillotto, che dedicarono la vita alla ricerca del Santo Graal. Il calice sarebbe stato portato dalla Palestina da Giuseppe d’Arimatea nella foresta di Brocéliande  con alcune gocce del sangue di Cristo, qui se ne perdono le tracce. A queste storie si intrecciano quelle del mago Merlino e della fata Vivane e quella del triste amore di Tristano e Isotta. Basterebbe solo questo per invogliare ad andare alla scoperta di un territorio così suggestivo sospeso tra oceano e cielo, qui si può avere un contatto stretto con la natura selvaggia e primitiva, con duemila chilometri di coste variegate, dove il granito rosa, dalle suggestive forme al tramonto, splende più che mai e le maree sono  quelle fra le più imponenti dove il mare si ritira fino a 13 metri. Il litorale bretone non assomiglia a nessun altro al mondo. E’ una Bretagna autentica e che incanta quella che è stata presentata nei giorni scorsi nel seguitissimo webinar organizzato da Atout France e dall’ufficio del turismo della regione. Una destinazione perfetta per ricaricare lo proprie batterie dopo il lungo periodo di lockdown che ci ha costretti a casa. Quattro i principali motivi per organizzare da subito un viaggio nelle regione: apprezzare il piacere della Natura in modo lento;  vivere i luoghi, l’ambiente, l’arte e la gastronomia; incontrarsi con gli altri viaggiatori e condividere le proprie esperienze. E allora pronti a partire ?  80 fari, 11 isole abitante, oltre a 1000 isolotti, 4000 castelli e manieri, 13 riserve naturali vi attendono. Non tutti sanno che la talassoterapia è stata inventata nella Bretagna nel corso del XIX secolo, l’effetto combinato di sole, iodio e acqua salata dell’oceano danno grandi benefici. Passeggiare per oltre quattromila chilometri di sentieri a piedi o in bici, in barca o lungo i canali immersi nel verde, consentirà di apprezzare il patrimonio, di grande ricchezza, invitando a scoprire la vera anima bretone: le città, l’arte, le tradizioni antiche ma anche nuove tendenze, con i festival e gli eventi più cool. Quest’anno il Tour de France, in partenza da Brest il 26 giugno, avrà quattro tappe in Bretagna. L’arte contemporanea si potrà ammirare in luoghi inattesi, come lo spettacolare “Albero” dello scultore piemontese Giuseppe Penone nella tenuta di François Pinault sulla costa; la straordinaria mostra dal 12 giugno al 29 agosto della Collezione Pinault a Rennes, al Convento dei Giacobini; oltre al Festival di Fotografia a La Gacilly, da giugno a settembre.

Bretagna
LA GASTRONOMIA

Ha come punto di forza le crêpes (da gustare quelle al caramello e burro salato) e le gallette nonché le ostriche dal gusto iodato, ma come non provare una ciotola di sidro frizzante, il chouchen (antica bevanda celtica a base di idromele), una fragola di Plougastel matura al punto giusto, le ricette di tendenza con il grano saraceno degli chef famosi come Bertrand Larcher allo Street food, concludendo il pasto con un whisky di grano saraceno… questi sono i sapori della Bretagna! La cucina bretone ha una vasta gamma di sapori della terra e del mare, con i suoi prodotti locali e di stagione. Tanti gli itinerari di scoperta dei molti volti della regione, fra mare e interno, e per alloggiare, proposte per tutti i gusti, dal faro dell’Isola Vergine al un maniero, a una casa sull’acqua o una roulotte appollaiata su un menhir.

Prima di tornare a casa con la nostalgia e la promessa di ritornare in Bretagna quanto prima, un souvenir potrà essere una maglietta a righe dei marinai e una borsa fatta con vele riciclate. In una parola, lasciatevi contagiare dallo spirito della Bretagna !

Per saperne di più: www.bretagna-vacanze.comwww.france.fr

Facebook : France.fr – Twitter : @AtoutfranceIT #ExploreFrance #Abientot

Natoconlavaligia

Harry di Prisco

Nato a Napoli nel ‘49, Maturità Classica, Laureato in Giurisprudenza 110/110 e lode, iscritto all’Albo dei Giornalisti dal ‘73, componente del Consiglio di Disciplina Territoriale dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, socio GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), spec. in Enogastronomia, Viaggi, Turismo e Cultura, Isp. On. Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, corrisp. di testate internazionali e nazionali, proboviro della Sez. Italiana Ass. dei Giornalisti Europei, Vicepres. del Movimento Unitario Giornalisti, M.lo Corpo Ambientale Nazionale, socio fondatore Rotary, Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “motu proprio” presidenziale.