L’IRLANDA RIAPRE AL TURISMO ED AI VIAGGI

Tourism Ireland  ha annunciato l’adesione, dal prossimo 19 luglio, al Green Pass  messo a punto dalla Unione Europea. Questo consentirà ai cittadini della UE muniti di pass che attesti o l’avvenuta vaccinazione, o un test negativo al Covid-19 o la guarigione dal Covid-19 avvenuta negli ultimi 6 mesi, di visitare l’Irlanda senza necessità di quarantena o di ulteriori test

 

L’adozione da parte dell’Irlanda del nuovo Digital Covid Certificate (conosciuto anche come Green Pass) messo a punto dall’Unione Europea consentirà viaggi più fluidi tra gli stati membri dell’UE. Questa rappresenta un’ottima notizia per tutta la filiera turistica e della ricettività.

 L’Irlanda aderirà al programma dal 19 luglio, il che significa che i viaggiatori cittadini dell’Unione Europea muniti di pass che attesti o l’avvenuto vaccino, o un test negativo al Covid-19 o la guarigione dal Covid-19 avvenuta negli ultimi 6 mesi, potranno visitare l’Irlanda senza necessità di ulteriori test o della quarantena.

 Tourism Ireland accoglie anche con favore l’impegno di estendere il Green Pass ai visitatori vaccinati di altri paesi extra UE, tra cui la Gran Bretagna e il Nord America.

 

Tourism Ireland si prepara a “stendere il tappeto verde” ai visitatori internazionali

Tourism Ireland e la sua industria turistica ha, inoltre, pianificato attivamente il riavvio dei viaggi internazionali e si apprestano a lanciare un’importante campagna promozionale per stimolare la ripresa dei flussi internazionali e dare il benvenuto ai tutti i visitatori.

L’industria turistica irlandese si sta preparando per garantire ai visitatori una perfetta vacanza già dai prossimi mesi del 2021. La salute e la sicurezza di tutti i visitatori saranno la priorità, assicurando la loro sicurezza e il nostro tipico benvenuto irlandese.

Niall Gibbons, CEO di Tourism Ireland

 “L’annuncio di oggi – ha commentato Niall Gibbons, CEO di Tourism Ireland – è un passo estremamente gradito ed importante per tutta la nostra industria turistica e per i turisti affinché già da quest’anno si torni a visitare l’Irlanda.  Per la prima volta dopo molti mesi, possiamo guardare al futuro con ottimismo. La nostra ricerca di mercato – ha continuato il manager – ha evidenziato che nei mercati d’oltremare il desiderio di poter tornare sull’isola d’Irlanda il prima possibile, è presente e molto forte. Siamo anche consapevoli, tuttavia, che ci sarà una grande concorrenza nel settore: ogni meta turistica in tutto il mondo ha subito l’impatto della COVID-19 e si attiverà per recupere le perdite subite. La nostra campagna di lancio dovrà quindi essere molto incisiva, emergere e stimolare immediatamente il desiderio di visitare l’Irlanda. Tutti noi di Tourism Ireland – ha concluso Gibbons – aspettiamo solo di riprendere pienamente le diverse attività per promuovere in tutto il mondo l’Irlanda quale destinazione sicura, accogliente e “assolutamente da visitare”. Nei prossimi mesi, lavoreremo a pieno ritmo, con tutti i nostri partner, per riattivare ogni ambito del nostro turismo. Il nostro messaggio è che non vediamo l’ora di “stendere il nostro tappeto verde” e dare il benvenuto ai nostri visitatori stranieri”.

 

Ulteriori info: www.irlanda.com

Tiziano Argazzi

Giornalista appassionato di turismo, Food & Wine e Motori. Da molto tempo si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche vari suggerimenti enogastronomici. Negli ultimi anni ha iniziato ad interessarsi anche del mondo automobilistico e fa parte di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.