LA CASA DEGLI SPIRITI E’ UN RISTORANTE DA SOGNO

Il prossimo 8 giugno compirà 25 anni e riparte dalla famiglia. In cucina torna il proprietario Federico Chignola con l’aiuto del figlio Filippo. La sala è il regno della compagna di vita e di lavoro, Sara Squarzoni e del figlio Lorenzo, sommelier professionista.  

 

Il Ristorante La Casa Degli Spiriti

La Casa degli spiriti (titolo originale La casa de los espíritus) è il primo romanzo di Isabel Allende pubblicato a Buenos Aires nel 1982. In Italia è anche il nome di un ristorante che si trova a Castion Veronese, una frazione del Comune di Costermano, in provincia di Verona. Un ristorante che il prossimo 8 giugno compirà 25 anni e che per celebrare ne migliore dei modi l’avvenimento ha deciso di tornare alle origini, puntando tutto sulla famiglia. In cucina torna il proprietario Federico Chignola, ai fornelli dall’apertura di uno dei ristoranti con la vista più affascinante sul Lago di Garda. Ad aiutarlo il figlio Filippo, mentre la sala sarà il regno della compagna di vita e di lavoro, Sara Squarzoni con il figlio Lorenzo, che è anche sommelier professionista.

E cambia anche la cucina, concentrandosi sull’essenza del territorio e sui prodotti locali: “Di facile comprensione, con grande ricerca e rispetto delle materie prime, ma innovativa nella designazione di nuovi equilibri e sempre alla ricerca di un’estetica nel piatto –  racconta lo chef Chignola (foto a sx) – Dopo un lungo lockdown ho voluto puntare sulla famiglia, perché La Casa degli Spiriti è prima di tutto espressione delle nostre quattro anime, che ormai da 25 anni abitano questa casa. I miei figli sono nati qui, loro sono il nostro futuro e ora che tutta la famiglia si è riunita sotto un unico tetto, abbiamo deciso di riportare La Casa degli Spiriti agli albori”.

Dal Garda al Baldo il meglio dei piatti gardesani in 8 portate

Lo chef Federico Chignola

La cucina vuole valorizzare il meglio delle eccellenze del Garda con il menu “Dal Garda al Baldo”, che racconta dei piatti tradizionali del Lago di Garda in otto  portate da 110 euro oltre al “Sogno Mediterraneo”, un menu di 11 portate a tutto pesce a 140 euro a persona. Pochi ingredienti per piatto, dai sapori netti, precisi, ma dalla grande attenzione estetica della composizione: i cavalli di battaglia dello chef Chignola sono: Lo Sgombro alla puttanesca, bufala e olive taggiasche, un piatto dai sapori autentici ed intensi che previlegia l’uso del pesce azzurro particolarmente ricco di grassi polinsaturi (detti grassi buoni) che gli conferiscono un sapore deciso e gustoso accompagnato da un sugo a base di pomodoro, olio d’oliva del Garda, aglio, polvere di olive nere, capperi e origano; il Risotto mantecato con burro aromatizzato al lime e rosmarino, anguilla laccata al Teriyaki e succo di crostacei, un piatto che mi avvicina al nostro meraviglioso Lago con delle sfumature orientali, adoro questo piatto perché nei suoi profumi ritrovo la bellezza dei miei luoghi e dei viaggi con la mia famiglia; Il Tagliolino con spuma cacio e pepe, gamberi rossi e riduzione al Valpolicella, una ricetta che riprende la nostra italianità, gli ingredienti sono allo stesso tempo semplici come il pepe nero, il formaggio Monte Veronese e la nostra pasta fatta in casa con una riduzione del nostro vino più famoso il Valpolicella, il vino rosso della nostra terra e un tocco di mare con i gamberi rossi di Sicilia. Questo in assoluta esprime la mia mano, semplice negli ingredienti ma decisa nei sapori; il Baccalà mantecato, polenta croccante, guanciale e spuma di acciughe, un piatto della tradizione di famiglia, la mia mamma mi ha sempre cucinato il baccalà fin da piccolo ed io lo adoro e lo riporto dandogli un tocco di creatività nella presentazione e nella combinazione degli ingredienti e allo stesso tempo mantengo una ricetta legata alle origini di casa.

Notevole anche la carta dei vini, con oltre 1500 etichette da ammirare e gustare nella splendida cantina settecentesca, offre un’ampia proposta nazionale e internazionale.

Attivo anche il servizio delivery a pranzo e cena che copre le province di Verona, Vicenza, Brescia e Trento con la box menu di mare o di terra da rigenerare a casa a 80 euro per persona. Appena attivato anche l’“Emporio degli Spiriti” dove è possibile acquistare le annate storiche e introvabili della cantina di Casa degli Spiriti, olio del Garda, confetture e mostarde di nostra produzione ed anche articoli di design che si trovano anche al ristorante.

La terrazza sul Garda

Terrazza con vista Lago

Un luogo da sogno: un’antica residenza risalente agli ultimi anni dell’Ottocento con una vista che si apre su tutto il Lago di Garda, dalla Rocca dei frati camaldolesi, dove si avvistano ancora le aquile e il golfo di Salò con l’Isola del Garda fino a Verona, la città di Romeo e Giulietta. Il piano di sopra è dedicato al bistrot La Terrazza, un ambiente smart casual con una proposta di piatti tipici della tradizione mediterranea con menu degustazione di terra e di mare a 70 euro e dal Wine Bar Lo Skyline: perfetto per un romantico aperitivo al tramonto il secondo, con ampia carta di champagne e vini del territorio, con un angolo dedicato agli amanti dei sigari e distillati, la Cigar Room di La Casa degli Spiriti. Il piano di sotto si schiude su una terrazza vetrata a picco sugli ulivi del Garda con il ristorante gourmet La Veranda, dove si cena con uno sguardo verso l’orizzonte infinito: tovagliato candido, fiandre colorate, fine porcellane tedesche e pregiati cristalli.

Con il grande giardino, divani a baldacchino, chaise longue e area relax bucolica, immersa nel verde, il ristorante La Casa degli Spiriti si trasforma nel perfetto table mariage, con la possibilità di realizzare banchetti, ricevimenti e sposalizi con rito civile o con rito religioso alla suggestiva chiesa romanica di San Zeno di Montagna a soli 900 metri dal ristorante.

Ulteriori Info: La Casa degli Spiriti. Tel. 045 6200766 – Cell. 335 5996535.  Sito internet: www.casadeglispiriti.it

 

Tiziano Argazzi

Giornalista appassionato di turismo, Food & Wine e Motori. Da molto tempo si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche vari suggerimenti enogastronomici. Negli ultimi anni ha iniziato ad interessarsi anche del mondo automobilistico e fa parte di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.