SANA 2021 SFIORATE LE 50 MILA PRESENZE

SANA 2021: NELLA PRIMA EDIZIONE POST PANDEMIA SFIORATE LE 50 MILA PRESENZE

Grande successo per la 33esima edizione del Salone internazionale del biologico e del naturale che si è svolto nei giorni scorsi a Bologna in contemporanea con Cosmofarma Reazione e OnBeauty by Cosmoprof. Appuntamento dall’8 all’11 settembre 2022 per la 34esima edizione

 

La 33esima edizione di Sana, il Salone internazionale del biologico e del naturale, si è chiuso col “botto” di circa 50 mila fra buyer, distributori e professionisti che dal 9 al 12 settembre hanno partecipato alle iniziative in presenza e digitali. La contemporaneità con gli altri due eventi ha valorizzato nuove sinergie fra il mondo del biologico e i settori merceologici degli altri due eventi (Cosmofarma Reazione e OnBeauty by Cosmoprof), sviluppando nuovi contatti commerciali e opportunità di business.

Ad accogliere gli operatori, una grande piattaforma espositiva con 1.150 brand – 600 dei quali riferiti a Sana – e 10 padiglioni espositivi. Trend e bilancio positivi e nuove iniziative per sviluppare nuovi business. Il dinamismo negli scambi commerciali, i trend di mercato emersi dall’Osservatorio Sana (presentato in apertura di manifestazione, nell’ambito di Rivoluzione Bio gli Stati generali del biologico) e degli altri numerosi momenti di confronto hanno evidenziato, nel post pandemia, una ancor maggiore sensibilità verso l’ambiente e un concetto di wellness che coinvolge un numero sempre più ampio di interlocutori.

Una tendenza che si concretizza in un valore del mercato Bio che, in Italia, si è attestato nel 2020 a 4.573 mln di euro e un export di bio made in Italy sui mercati internazionali pari a oltre 2.900 mln di euro. Nascono anche per dare risposte a questo nuovo scenario, in rapida evoluzione, alcune nuove iniziative che SANA 2021 ha presentato in questa edizione e di prossima realizzazione.

Ottimo risultato anche per l’area Food dove le aziende specializzate nella produzione e distribuzione di alimenti bio ripartono dal bilancio in positivo di Sana lasciandosi definitivamente alle spalle le difficoltà legate alla pandemia, aprendosi con ancora maggior dinamismo a nuovi mercati e potenziando ulteriormente i canali di vendita on line. Apprezzato, dagli operatori, il lancio di Sanatech, il Salone professionale dedicato alla filiera della produzione agroalimentare, zootecnica e del benessere, biologica ed ecosostenibile.

“Abbiamo avuto conferma, con soddisfazione – ha dichiarato Gianpiero Calzolari, presidente BolognaFiere – della forte determinazione di ripresa delle imprese che sono tornate in Fiera dopo questo lungo periodo di interruzione delle attività in presenza, confermandoci la loro fiducia. A loro va il primo ringraziamento che estendiamo ai partner storici, Cosmetica Italia, FederBio, AssoBio e ICE (per il supporto nella promozione sui mercati internazionali) e alla città che si è stretta attorno alla sua Fiera per una ripartenza in totale sicurezza delle attività. Oggi, con ancora maggior determinazione siamo accanto alle nostre imprese per sostenerle nel rilancio e per rafforzarne la presenza sui mercati esteri anche con nuove iniziative e collaborazioni strategiche in termini di internazionalizzazione. Il biologico e la sostenibilità sono stati il filo conduttore di un dialogo che ha coinvolto anche le altre due manifestazioni in svolgimento contemporaneamente a Sana, evidenziando la crescente attenzione di produttori, industrie e consumatori ai temi ambientali”.

Il Sana dà appuntamento alla business community, a Bologna, dall’8 all’11 settembre 2022 per la 34esima edizione del Salone internazionale del biologico e del naturale.

Alcune interviste effettuate a SANA 2021
Tiziano Argazzi intervista. Parte tecnica, Giovanni Tavassi

Tiziano Argazzi

Giornalista appassionato di turismo, Food & Wine e Motori. Da molto tempo si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche vari suggerimenti enogastronomici. Negli ultimi anni ha iniziato ad interessarsi anche del mondo automobilistico e fa parte di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.