ITINERARIO N°2: PERCORSO AD ANELLO TRA SILLARO E VALSELLUSTRA

ph©Aurora Canale

Introduzione
Sapranno, sia gli amanti della medio-bassa altitudine, sia i meno avvezzi in cerca di una progressiva confidenza con le salite che, tra le valli poste a settentrione dell’Appennino Tosco-Emiliano, è possibile disegnare emozionanti saliscendi immersi tra varie tonalità di verde e azzurro.

ph©Aurora Canale

In questa breve trattazione, avvalendomi della collaborazione della guida CAI Aurora Canale, esperta esploratrice e saltuaria compagna di avventure, verrà riportata una piccola proposta di itinerario su percorso misto con partenza ed arrivo a Castel San Pietro Terme (BO), affiancando: il Sillaro nella valle omonima (il torrente ha origine dal Monte Tre Poggioli nel comune di Firenzuola -tra Toscana ed Emilia- , confluisce nel Fiume Reno presso La Bastia [FE] e rappresenta il confine storico-geografico tra Emilia e Romagna), la Valsellustra ed inoltre il borgo medioevale caratteristico di Dozza, annoverato tra i Borghi più belli d’Italia.

Il tragitto
Posta la partenza dal Parcheggio Lungo Sillaro e muniti degli usuali strumenti di orientamento, è immediato il tuffo nella natura dirigendosi verso Nord. Dopo aver intrapreso il percorso dietro al parcheggio medesimo, non intercorre molta distanza per attraversare il corso ed iniziarne il lungo costeggiamento in direzione Sud-Ovest, dove le formazioni calanchifere risultano gli elementi morfo-geologici tipici del paesaggio, fintantoché si presenteranno due possibilità:

  • Seguire un percorso breve di minimo 42 Km complessivi, quindi delimitare inferiormente il tragitto a livello del bivio con Via Rio Acqua Bona (il nome deriva dal corso confluente nel Sillaro che allungando diviene Rio Sassatello), proseguire a Sud fino Gesso e procedere verso Est. Piccolo tratto di strada provinciale, dopodiché risalita lungo la Via Sellustra con convergenza verso Dozza a cui, tempo permettendo, si potrebbe dedicare una gradevole perlustrazione turistica [Link:https://emiliaromagnaturismo.it/it/localita/dozza] e ulteriormente, rimanendo a Sud-Ovest di Toscanella di Dozza. Con il tentativo di evitare lo sbocco sulla SS9 Via Emilia ci si muove infine in direzione Ovest chiudendo l’anello grazie ad un percorso che culminerà allo stesso punto di attraversamento iniziale del Sillaro;
La Rocca di Dozza
  • proseguire per l’alternativa più estesa (70-80 Km) lungo la Destra Sillaro, la quale va a smorzarsi in una strada che verte a Sud su Sassoleone, da cui infine ci si può ricondurre alla SP 34 sempre in direzione Gesso, nodo di congiunzione al tratto breve.
ph da pagina facebook Pro Loco di Sassoleone

In entrambi i casi il punto di arrivo coinciderà con il luogo della partenza.

Natoconlavaligia

Francesca Cariani

Classe 91' sono nata e risiedo Portomaggiore (FE), dopo l' adolescenza trascorsa anelando all'espatrio, risiedo ancora qui attualmente. Ho conseguito il diploma di maturità scientifica. Una passione che ho iniziato a coltivare fin da ragazzetta è stata quella della cucina. Ciò che amo di più in assoluto è stare nella natura ed il viaggio in qualsiasi forma esso sia: al mare, in montagna, in collina, in bicicletta, in treno, in canoa, in un bosco o in una valle paludosa; l'importante è avere con sé la giusta compagnia, o altrimenti: meglio da soli. Nell'estate del 2018, entro a far parte dell' Ass. Ass. Cicloturistica "Caduti da Piccoli", e in veste di collaboratrice logistica durante il Tour organizzato. L'anno successivo ho tolti i panni di assistente, ho indossata la divisa ed ho rinnovato la mia partecipazione in sella al più bel dono che avessi mai potuto ricevere. Da quell'estate fu amore a prima vista e oggi mi metto in gioco per curare, senza scopo di lucro, questa sezione "Cicloturismo" sulle due ruote, sui viaggi sulle due ruote, sulla fotografia di viaggi sulle due ruote.