ITALIA 1 GALLES 0 – EGUAGLIATO RECORD DI VITTORIO POZZO

L’ITALIA VINCE, ALL’OLIMPICO DI ROMA, 1 A 0 CONTRO IL GALLES ED AGLI OTTAVI DI FINALE INCONTRERA’ LA SECONDA CLASSIFICATA DEL GRUPPO C “OLANDA, UCRAINA, AUSTRIA E MACEDONIA DEL NORD”. ATTUALMENTE L’OLANDA E’ A 6 PUNTI, UCRAINA E AUSTRIA A 3 PUNTI E MACEDONIA DEL NORD A 0 PUNTI.

IL GALLES, nonostante la sconfitta contro l’Italia, è seconda per miglior differenza reti generale, quindi, andrà agli ottavi di finale per giocare il 26 giugno 2021, contro la seconda del Gruppo B.

Esultanza di Pessina dopo il Goal al 39′ del pt

Si è discusso tanto in settimana sia sui giornali che nelle televisioni, su un possibile accomodamento di risultato (il famoso biscotto calcistico), per trovare un avversario meno ostico agli ottavi di finale. L’Italia di Mancini smentisce tutto e tutti, facendo risultato, ed ha dimostrato e dato prova di affiatamento fra titolari e riserve, infatti, ha iniziato la partita contro il Galles cambiando 8/11 dei titolari, in campo anche Verratti (che rientra dopo il periodo di infortunio) che insieme all’altro regista, Jorginho, hanno dettato i tempi ed il gioco. Un Italia “Tutti per uno, uno per tutti!”.

Una bellissima serata dove Mancini e gli azzurri raggiungono il loro 30° risultato consecutivo che arriva dopo 82 anni eguagliando il record che era di Vittorio Pozzo. Undicesima partita senza subire goal, passaggio al turno successivo con punteggio pieno 9 punti in tre partite, 7 goal realizzati e 0 subiti.

Le formazioni in Campo

ITALIA (4-3-3): Donnarumma -Toloi, Bonucci, Bastoni, Emerson – Verratti, Jorginho, Pessina – Chiesa, Belotti, Bernardeschi.
Commissario Tecnico: Mancini.

GALLES (3-4-3): Ward – Gunter, Rodon, Ampadu – Roberts, Allen, Morrell, N. Williams – Bale, Ramsey, James.
Commissario Tecnico: Page.

Arbitro: Hategan
Guardalinee
: Ghinguelac e Gheorghe
Quarto uomo: Grinfeeld
Var: Gil
Assistenti del Var (Avar): Letexier, Pages, Van Boekel

Il GOAL dell’Italia arriva al 39′. Schema su punizione dalla trequarti di destra,finta di calciare Bernardeschi, batte Verratti in area dove arriva Pessina (centrocampista dell’Atalanta) che anticipa tutti e di destro appoggia in rete, nulla da fare per Ward.

Primo tempo ad appannaggio dell’Italia che ha rischiato solo in un’unica occasione, mentre ne ha create tante per andare in rete.

Il secondo tempo inizia subito con la sostituzioni di Bonucci (che Mancini lascia riposare) per Acerbi, e la fascia di Capitano passa a Verratti.

Al 53′ punizione per l’Italia che prova lo schema dei 3 oltre la difesa avversaria, al fischio i 3 rientrano e Bernardeschi calcia con un bel tiro che sfiora  Jorginho e si stampa sul palo alla destra di Ward.

Al 54′ un errore di disimpegno di Acerbi, che passa un pallone corto per Donnarumma, mette in serie difficoltà il risultato, ma il portiere della Nazionale, rimane in piedi senza farsi ingannare da Ramsey che viene poi contrastato dal difensore della Lazio che recupera.

Tante occasioni per l’Italia nel secondo tempo, purtroppo, non sono andate in porta. Il Gallo Belotti rimane a secco ma si è mosso bene, ha aiutato i compagni ed ha calciato bei palloni a rete, ma non sono andati a buon fine. Chiesa ha creato scompiglio sui laterali.

Per l’Italia sono entrati anche: Cristante al posto di Jorginho – Raspadori al posto di Bernardeschi – Castrovilli al posto di Pessina – Ed anche se per pochissimi minuti, Mancini ha dato spazio anche a Sirigu al posto di Donnarumma. Prima ammonizione per l’Italia è arrivata a pessina che è diffidato, come previsto dal regolamento. Le ammonizioni si azzerano automaticamente alle semifinali.

Giovanni Tavassi

Sono nato nel 1957 - Diplomato al Liceo Artistico di Napoli - Vivo a Portomaggiore (FE) - Ho lavorato in RFI come Professional dell'Alta Velocità. Dal 2004 sono operatore per quanto riguarda la realizzazione, il montaggio e la messa in rete delle videointerviste e scrivo nelle varie sezioni del sito www.natoconlavaligia.info, in special modo Arte & Cultura - Viaggi & Stili - Assaggi & Gusti e Wellness & Lifestyle.