LIBERTA’ “SENZA FRENI” PER LE VACANZE IN BICICLETTA

Redazione


Principianti, professionisti o semplicemente amanti delle gite in bicicletta: dall’Alto Adige alla Riviera Romagnola, passando per l’Emilia, arrivano in volata le migliori proposte per tutte le gambe.

Bicicletta: quale migliore sport per l’estate 2021? Garantiti senso di libertà, distanziamento e benessere per corpo e mente. Basta inforcare una due ruote e avere voglia di divertirsi. A tutto il resto pensano le strutture specializzate, dall’Alto Adige alla Riviera Romagnola.

Vacanze in bicicletta
In Val Badia (BZ)
Le Dolomiti sono il paradiso degli amanti della bicicletta, della mountain bike e della e-bike, perché offrono percorsi per tutti i gusti e per tutte le gambe, allenate e non. Tranquille piste ciclabili ideali per le famiglie, discese estreme di downhill per i più avventurosi, prati fioriti a perdita d’occhio per gli amanti del relax, fino ai percorsi con dislivello più impegnativi per i pro. L’Excelsior Dolomites Life Resort di San Vigilio di Marebbe (BZ), vince la “maglia rosa” per l’ospitalità degli appassionati delle due ruote. Membro elite di Mountain Bike Holidays, il resort che si è aggiudicato l’Aktiv Hotel Award 2020 nella categoria bike, organizza tour guidati dall’appassionato di mountain bike, Werner Call (il proprietario) e le guide esperte della Bike School San Vigilio. Al ritorno da una giornata in sella alla bici niente di meglio che rilassarsi tra 2500 metri quadrati di benessere o concedersi un massaggio defatigante o un trattamento del programma “Schiena in perfetta forma®”. Easy & E-bike con panorama sulle Dolomiti, dal 10 giugno al 30 luglio e dal 4 settembre al 17 ottobre 2021, è l’offerta dedicata a chi vuole ammirare i panorami mozzafiato che regalano le Dolomiti, con facili tour adatti a tutti. Ad esempio il tour per famiglie al Plan de Corones o il tour delle delizie del palato con pietanze tipiche ladine. Comprende 7 pernottamenti con pensione Gourmet PLUS, 3 tour guidati, noleggio di nuove Hard Trails (gratis), E-bike & Fullys (a pagamento), 6 pacchetti energetici e programma Wellness & Spa PLUS, a partire da 1063 euro per persona in camera doppia Fanes. Cancellazione gratuita di tutte le prenotazioni fino a 15 giorni prima dell’arrivo
Per informazioni: Excelsior Dolomites Life Resort
Tel. 0474 501036
In Val d’Ega (BZ)
Gli straordinari panorami delle Dolomiti sono un premio che la Val d’Ega (BZ) non riserva solamente ai professionisti della bicicletta capaci di tagliare i più ambiziosi traguardi ma un regalo a disposizione di chiunque manifesti il desiderio di una vacanza in montagna all’insegna del sellino e dei pedali.
Strade forestali, sentieri nel bosco e viottoli rocciosi si susseguono senza soluzione di continuità in una mappa punteggiata da discese e salite, trail sinuosi e passi mozzafiato che fanno del cuore del Patrimonio dell’Umanità UNESCO una delle mete predilette da chi voglia esplorare su due ruote l’area compresa tra Catinaccio e Latemar. Dagli attrezzatissimi Bike Hotel alla Bike Card, che facilita il trasporto delle bici su impianti di risalita e mezzi pubblici, tutto è predisposto per rendere indimenticabile il soggiorno di patiti di mountain bike, freestyler o neofiti della materia, che al sudore delle scalate preferiscono il relax di una sgambata in sella a una e-bike. In una lunghissima estate che si estende fino a novembre 2021, principianti e professionisti possono perfezionarsi al Bike Park presso lo skilift di Nova Ponente – tra salti, tornantini, pumptrack, drop, rockgarden e scalini, che permettono di programmare una variegata preparazione tecnica – per poi testare il proprio livello sul Biketrail Carezza, un invitante e variegato flowtrail per tutti i livelli di 4,4 km e 500 m di dislivello (che è stato prolungato), con partenza dalla stazione a monte della cabinovia di Nova Levante, curve con sponda e paraboliche, north-shores, piccoli ponti e salti. Con una lunghezza di 1,6 km per un dislivello di 100 metri, Carezza Pumpline è infine la novità che va ad arricchire la poderosa offerta riservata ai più audaci tra i mountainbiker.
Nova Levante, Nova Ponente, Collepietra e Obereggen regalano grandi emozioni a tutti i ciclisti, grazie ad una vastissima scelta di itinerari sensazionali che consentono di pedalare attorno al Latemar, oltrepassare il Passo di Costalunga o seguire il percorso che porta all’osservatorio astronomico. Perfetto per i neofiti e i professionisti della mountain bike, il Latemarronda, ne è un chiaro esempio: ricco di panorami sulle Dolomiti e di punti ristoro accoglienti, il percorso si snoda per 44 chilometri tra la Val di Fiemme, Obereggen e la Val di Fassa, a metà tra il Trentino e l’Alto Adige, e permette di ammirare il leggendario Rosengarten, le rocce e i pinnacoli del Latemar e le acque trasparenti del lago di Carezza.
Il massiccio del Latemar può essere facilmente scoperto in senso orario sia dai principianti della mountain bike che dalle famiglie durante un tour di un’intera giornata senza grandi salite. Punto di partenza di questo tour panoramico unico nel suo genere possono essere i paesi di Nova Levante, Carezza o Obereggen. L’elenco delle possibilità è comunque talmente ricco e variegato che basta dare un’occhiata su https://eggental.com/it/Estate/Mountainbike/Itinerari-Mountainbike per essere colti da quell’imbarazzo tipico di chi non sa da dove cominciare. Le scuole di mountain bike e ciclismo Bike School Val d’Ega, Dolomiti Bikes Experience e Krauti On Tour Bike Guiding & School Val d’Ega sono infine a disposizione per venire incontro alle richieste di principianti ed esperti, ai quali viene proposto un ricco programma settimanale di tour guidati in MTB ed e-bike sui migliori percorsi, impossibile da riassumere ma facile da consultare su https://eggental.com/it/Estate/Mountainbike/Biketour-guidati.
Con l’offerta Carezza Bike, valida dal 26 giugno al 31 luglio e dal 28 agosto al 25 settembre 2021, 7 pernottamenti, 7 giorni Val d’Ega Guest Pass (trasporto pubblico), 1 workshop di tecniche di guida e test, 1 Tour guidato Latemarronda, 3 Tour guidati in bike da scegliere dal programma settimanale della scuola Bike “dolomiti Bike experience”, 1 biglietto giornaliero Bike-Trail Carezza, 1 biglietto giornaliero Mountainbike-Card per la Latemarronda a partire da 598 euro per persona in mezza pensione in hotel 3 stelle.
Per informazioni: Val d’Ega Turismo
Tel. 0471 619500
Sito web: www.valdega.com
Sulla Riviera Romagnola
È Cesenatico (FC) la mecca della bicicletta, con le piste ciclabili lungo le spiagge, i parchi verdissimi e i percorsi inerpicanti sulle colline care a un campione assoluto del ciclismo, Marco Pantani, a cui qui è stato dedicato un museo. La base specializzata e ideale per i bike addicted sono i Ricci Hotels che dedicano ai patiti delle due ruote la proposta Bike Special, valida per un soggiorno fino al 6 giugno e a partire dal 4 settembre 2021. Comfort superiore, promozioni speciali e un mare di servizi inclusi: a tavola ricca colazione energetica per gli sportivi, piccolo buffet del pomeriggio, cena gourmet con menu speciale del territorio e bevande a cena incluse (vini e olio del Podere La Fattoria, acqua e bibite); Garage riservato (coperto), Bike Garage protetto e custodito (con piccola officina), servizio giornaliero di lavaggio indumenti sportivi, tour guidati e cartine sempre a disposizione, servizio di pronto intervento: recupero con auto nel caso di problemi con la bici, assistenza di meccanico convenzionato in Hotel, convenzione con Bike Shop per acquisti di abbigliamento e materiale tecnico scontati. E ancora a disposizione piscine riscaldate con idromassaggio, spiaggia privata con campi gioco e Wine biking: visita al Podere di famiglia e alle cantine del territorio con acquisti agevolati.
Prezzo a partire da 69 euro al giorno a persona in mezza pensione, tutto compreso.
Per informazioni: Ricci Hotels
Tel. 0547 87102
In Emilia, lungo il fiume Po, tour tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia
Che si muovano grazie alla spinta dei muscoli, come nel caso della mountain bike, o facendo affidamento sull’aiutino garantito dall’E-bike, le due ruote sembrano immaginate allo scopo di andare alla scoperta di Visit Emilia (www.visitemilia.com) sfilando lungo il Po, tra le opere d’arte o in mezzo ai boschi alla volta dei passi appenninici.
In pianura
La Via Po è un percorso ciclo-turistico di 110 Km che, nel Piacentino, segue l’argine maestro di destra del Grande Fiume, lambendo la città dei Farnese e regalando uno sguardo differente sulla realtà della Bassa. Tappa da non perdere è il Parco di Isola Giarola (PC), dove il lago artificiale, circondato dai pioppi, ospita la fauna e la flora tipiche del territorio.
Lungo il fiume, merita una sosta Isola Serafini (PC), l’unica abitata del Po, dove la conca consente alle imbarcazioni di proseguire la navigazione fino al delta. Oltre che in bicicletta, è possibile immergersi nel paesaggio fluviale anche tramite escursioni a piedi o in barca e grazie ad attività organizzate in collaborazione con il Parco Adda Sud.
L’itinerario favorisce poi l’incontro con sapori tipici, come quelli del cacio del Po e dei formaggi DOP Piacentini, e con gioielli come il Castello di San Pietro in Cerro, che al suo interno conserva tesori antichi e moderni, custoditi nella Sala delle Armi e nel MIM, Museum in Motion, collezione in costante evoluzione di oltre 1500 opere di maestri contemporanei.
In collina
Tra Langhirano e Torrechiara (PR) – dove chi volesse ha la possibilità di investire sul relax totale noleggiando una E-Bike – il Sentiero d’Arte è una boccata d’aria e di cultura che consente di tuffarsi su due ruote in un percorso abbracciato da colline e vigneti che segue il Canale di San Michele, dalla Badia di Santa Maria della Neve al Castello di Torrechiara.
Montati in sella, si parte proprio dalla Badia benedettina, perla d’architettura voluta da Pier Maria Rossi che ha attraversato indenne i secoli con i suoi affreschi barocchi, il refettorio, il belvedere e il chiostro. Avventurarsi nell’itinerario significa sfilare in uno scenario naturale arricchito negli anni con un’implementazione della presenza di varietà autoctone, tra le quali si susseguono opere di artisti contemporanei che ridefiniscono il significato del paesaggio che incornicia il Canale. Le vigne, i campi e tutti quei simboli del lavoro in un territorio che è davvero la terra del fare sono segnalibri in una storia che ha, in questo caso, il gran finale a Langhirano, sede del Museo del Prosciutto. Un’applicazione permette di approfondire vari aspetti dei luoghi attraversati, grazie a strumenti tecnologici e di realtà aumentata disseminati lungo l’itinerario.
In montagna
Anello composto da strade forestali e sentieri all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano per un totale di circa 60 km di pedalate, l’Alta Via delle Sorgenti unisce otto passi appenninici al di sopra dei 1200 metri e può essere considerato il regalo della provincia di Reggio Emilia agli appassionati di mountain bike. La precisione di una segnaletica leggibile, la cartina e l’applicazione Sentieri Appennino mettono chiunque in condizione di muoversi agilmente o di programmare un’escursione a tappe adatta alla propria preparazione. La prospettiva di attraversare faggeti e castagneti senza staccarsi dal sellino e vedendo le sorgenti svilupparsi in corsi d’acqua che sfociano in laghetti o formano torbiere è la splendida realtà di una terra che offre agli occhi meravigliosi paesaggi e borghi antichi e al palato sapori immortali.
A Cerreto Laghi, è disponibile un noleggio attrezzato E-bike ed è possibile prenotare escursioni al seguito di guide diplomate e certificate.
Info
Visit Emilia

Giovanni Tavassi

Sono nato nel 1957 - Diplomato al Liceo Artistico di Napoli - Vivo a Portomaggiore (FE) - Ho lavorato in RFI come Professional dell'Alta Velocità. Dal 2004 sono operatore per quanto riguarda la realizzazione, il montaggio e la messa in rete delle videointerviste e scrivo nelle varie sezioni del sito www.natoconlavaligia.info, in special modo Arte & Cultura - Viaggi & Stili - Assaggi & Gusti e Wellness & Lifestyle.