E’ MORTO FRANCO BATTIATO, UNA ICONA DELLA MUSICA ITALIANA

A POCO MENO DI UN MESE DALLA MORTE DELLA GRANDE MILVA “LA ROSSA DELLA CANZONE”, CI LASCIA FRANCO BATTIATO, UN ALTRO GRANDE ARTISTA CHE HA FATTO LA STORIA DELLA MUSICA ITALIANA

Franco Battiato, malato da tempo, si è spento a 76 anni nella sua residenza di Milo (CT), alle pendici dell’Etna.

Maestro, Franco Battiato

Dopo una lunga malattia Franco Battiato, il cantautore e compositore catanese, è morto questa mattina, intorno alle ore 5, nella sua residenza di Milo, dove si era ritirato da tempo.

I funerali, in forma privata, si terranno in tarda mattinata di domani, nella chiesetta all’interno di Villa Grazia, la residenza che il Maestro aveva dedicato alla madre. Per sua volontà e desiderio, sarà cremato e le spoglie ritorneranno a Villa Grazia.

Lutto cittadino

Il Sindaco di Milo, Alfio Cosentino, annuncia il lutto cittadino nel Comune di Milo, alle pendici dell’Etna, per il giorno del funerale del Maestro. Ricorda come Battiato, nato a Jonia (nome dei comuni di Giarre e Riposto) il 23 marzo del 1945, avesse scelto tempo fa di trasferirsi nel comune di Milo e diventare suo concittadino.
Sicuramente l’ amministrazione comunale farà qualcosa al fine di avere un ricordo sempre vivo della figura del M° Battiato.


Franco Battiato

Negli anni 70′ si era avvicinato alla meditazione dai mistici indiani al buddismo tibetano, poi sviluppò una sua meditazione personale per arrivare al controllo completo del corpo. Due volte al giorno andava in meditazione e forse proprio questo gli fece scegliere quella residenza a Milo, dove si vedeva uno scorcio del Porto e di Giardini Naxos e dove poteva stare in tranquillità. Un posto mistico fra la natura per poter meditare non solo per il benessere della mente, ma per controllare di tutto il corpo.

Franco Battiato canta la Cura su Sky Arte

LA MUSICA DI BATTIATO

Battiato lo abbiamo conosciuto in molteplici vesti di cantautore, musicista, compositore, avanguardista, sperimentatore.  Dal pop degli anni 60′ al rock e avanguardia del decennio successivo, per arrivare a canzoni d’autore, musica etnica e infine opere liriche.

Tutti ricordiamo le sue canzioni fra cui, i grandi successi come:

  • L’era del cinghiale bianco (1979) – che arrivo dopo una lunga sperimentazione elettronica e musicale in ambito europeo
  • Centro di gravità permanente (1981) –  colonna sonora della primavera-estate del 1981
  • E ti vengo a cercare (1988) – nell’album Fisiognomica, un pezzo che si incentra sul suo percorso per la ricerca totale del corpo, un pezzo pieno di intensità emotiva.
  • Povera Patria (1991) – un brano politico e di passione civile.
  • La cura (1996) –  un brano potente che celebra l’amore nella sua essenza e nelle sue molteplici forme e sfumature. L’amore universale.

Il sito ufficiale del M° Franco Battiato

www.battiato.it

Giovanni Tavassi

Sono nato nel 1957 - Diplomato al Liceo Artistico di Napoli - Vivo a Portomaggiore (FE) - Ho lavorato in RFI come Professional dell'Alta Velocità. Dal 2004 sono operatore per quanto riguarda la realizzazione, il montaggio e la messa in rete delle videointerviste e scrivo nelle varie sezioni del sito www.natoconlavaligia.info, in special modo Arte & Cultura - Viaggi & Stili - Assaggi & Gusti e Wellness & Lifestyle.