LA SPAL VINCE 1 A 0 CONTRO LA CREMONESE, MA NON RIESCE AD ACCEDERE AI PLAYOFF

Ultima di campionato – La SPAL vince, ma i risultati dagli altri campi la condannano a rimanere in serie B.

Bisognava vincere ed i biancazzurri hanno vinto 1 a 0 contro la Cremonese che ha fatto una grande partita fuori casa. Rimane il rammarico perchè la SPAL chiude a 56 punti come il Chievoverona ed il Brescia, ma per effetto della classifica avulsa rimane al nono posto fuori dai playoff.

Rastelli
goal di Segre
Segre3
segre atterrato
strefezza2
Esposito e Camplone
Mora
segre4
strefezza
previous arrow
next arrow
 
Rastelli
goal di Segre
Segre3
segre atterrato
strefezza2
Esposito e Camplone
Mora
segre4
strefezza
previous arrow
next arrow
Shadow

Le Formazioni in campo

SPAL 3-5-2
Titolari: Berisha – Okoli, Tomovic, Ranieri (67′ Di Francesco) – Dickmann, Segre, Esposito, Mora (75′ Seck), Sala (80′ Sernicola) – Strefezza (79′ Moro), Asencio (80′ Floccari).
A disposizione: Gomis, Thiam, Spaltro, Viviani, Missiroli, Murgia, Paloschi.
Indisponibili: Valoti
Allenatore:Massimo Rastelli.
Ammoniti: Asencio

Cremonese 4-2-3-1
Titolari: Carnesecchi – Zortea (76′ Deli), Terranova, Fiordaliso (67′ Colombo), Bianchetti – Valzania, Castagnetti – Buonaiuto (60′ Baez), Nardi (67’Gaetano), Strizzolo – Ciofani (60′ Ceravolo).
A disposizione: Volpe, Zaccagno, Fornasier, Bartolomei, Gustafson, Pinato.
Indisponibili:
Allenatore: Fabio Pecchia
Ammoniti: Valzania – Fiordaliso

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara.
Risultato finale: 1 a 0
Marcatori: Segre
Calci d’angolo: 6 – 5
Possesso palla: 42% – 58%
Tiri in porta: 12 – 9

Il pre partita

Ultima partita di campionato, la SPAL si trova al nono posto in classifica a 53 punti (13 vittorie, 14 pareggi e 10 sconfitte).
La SPAL oltre al proprio risultato, deve attendere l’esito delle partite del ChievoVerona-Ascoli e Monza-Brescia. Ha ritrovato un pò di fiducia dopo la vittoria della scorsa settimana contro la Reggiana che è retrocessa ma si è comportata benissimo sul terreno di gioco.
La Cremonese si trova all’undicesimo posto a 48 punti (12 vittorie, 12 pareggi e 13 sconfitte), entrerà in campo sapendo di non poter raggiungere alcun  traguardo, quindi, entrerà in campo allo Stadio Paolo mazza di Ferrara, con uno spirito tranquillo. Ha vinto la scorsa partita contro il Pescara con un ampio risultato di 3 a 0.

In conferenza stampa pre partita alcuni passaggi del Mister Rastelli:
“Nella squadra c’è un clima giusto, la consapevolezza di quello andiamo a giocarci  sapendo di affrontare un avversario di grandissima qualità. E’ normale che la vittoria di Reggio Emilia, ha riportato un minimo di fiducia all’interno del Gruppo”.
Aspetto psicologico
“In una gara di calcio, l’ho sempre detto, l’aspetto psicologico è fondamentale e determinante, a maggior ragione nell’ultima gara dove ci giochiamo tantissimo e dove devi anche aspettare quello che succede da altre parti. Quello che dobbiamo fare noi, è pensare a noi stessi, a quello che è il nostro obiettivo, e cercare con tutte le nostre forze di raggiungerlo nei novantacinque minuti”.

Mister Massimo Rastelli, presenta la gara SPAL – Cremonese, 38^ giornata di Serie BKT 2020-2021

Veniamo alla partita
Una SPAL, con non tanta grinta ha affrontato,  in casa, la Cremonese che ha disputato un’ottima partita ed ha impensierito comunque i biancazzurri che hanno trovato il goal della vittoria solo negli ultimi 10 minuti di gara.
Un vittoria per la SPAL che non è comunque bastata per arrivare a quel traguardo minimo che si erano prefissati società e giocatori, l’accesso ai playoff. Resta l’amaro in bocca per aver perso tantissimi punti nel girone di ritorno e che non hanno permesso di raggiungere quell’obiettivo minimo dei playoff.
Alcune fasi di gioco

1′ –  Calcio d’avvio Cremonese  va subito in attacco e fa vedere che non è venuta a Ferrara per guardare.

Prima fase del gioco con squadre corte e tatticismo in campo.

3′ – Esposito anticipa Nardi e lancia Strefezza, ma sbaglia la misura del passaggio e la palla è della Cremonese.

4′ – Occasione Cremonese con Buonaiuto, che riceve da Ciofani, e tira ma Berisha riesce a bloccare la conclusione insidiosa.

6′ – SPAL in attacco con Strefezza che entra in area e crossa sul secondo palo per Asencio palla sul secondo palo per Asencio ma Bianchetti è attento e arriva prima sul pallone.

16′ – Sala dalla sinistra effettua un traversone per Asencio, sul secondo palo, che non riesce ad arrivare a raggiungere il pallone.

19′ – I biancazzurri tentano di sfruttare alcuni spazi concessi dagli avversari, ma non riescono a rendersi pericolosi.

21′ – Calcio d’angolo dalla destra, batte Esposito per Mora, ma il biancazzurro viene fermato da Valzania.

30′ – Il Mister Rastelli arrabbiatissimo e furioso con i suoi giocatori che continuano a perdere le seconde palle.

32′ – Mora da sinistro crossa al centro, Asencio stoppa si gira e tira dal limite, nulla di fatto.

38′ – Atterrato in area, Segre ma per l’arbitro Camplone è tutto regolare. L’arbitro Camplone interrompe per il cooling break anche se il regolamento lo prevede solo quando si raggiungono i 32 gradi.

41′ – Camplone ammonisce Valzania per fallo su Strefezza.

43′ – Buonaiuto va verso la porta, la SPAL si ferma, tira ma per fortuna Berisha risolve in angolo. Dal calcio d’angolo, palla in area dei biancazzurri, confusione ma il pallone va in fondo.

45′ – Cross di Mora in area ma è lungo  per Segre.

46′ – Bell’inizio della SPAL, azione Strefezza che passa a Dickmann che crossa in area dalla destra, la palla percorre tutta l’area ed arriva a Sala che tira ma Carnesecchi respinge.

54′ – Dikmann arcigno a centrocampo conquista il pallone e passa a Strefezza che si libera e tira ma il portiere rinvia.

55′ – Dalla sua metà campo parte Strefezza e con due sombrero supera gli avversari, arriva al limite dell’area, potrebbe servire Mora, invece tenta il tiro che va alto sulla traversa.

58′ – Ammonito Fiordaliso per fallo su Mora.

60′ – L’allenatore dei grigiorossi, Pecchia, opera un doppio cambio, Ceravolo e Stábile entrano al posto di Ciofani e Bonaiuti.

61′ – Occasione per la SPAL con Strefezza che non riesce a concretizzare.

64′ – Calcio d’angolo per la Cremonese, pallone in area per Strizzolo che colpisce di testa ma Berisha non si fa sorprendere.

67′ – Cremonese cambia Nardi e Fiordaliso per Gaetano e Colombo.

67′ – La SPAL risponde col cambio Di Francesco al posto di Ranieri.

72′ – Ammonito Asencio per fallo su Valzania.

75′ – Rastelli mette dentro Seck e richiama Mora.

75′ – Cambio Cremonese, Zortea con Deli

77′ – Fallo su Di Francesco e punizione da buona posizione, ma viene calciata male da Esposito.

79′ – Per la SPAL esce Strefezza ed entra Moro.

80′ – Rastelli fa uscire anche Asencio e Sala per Floccari e Sernicola.

81′ – GOAL DELLA SPAL. Pallone che arriva in area si trasforma in un flipper dove Segre, miglior giocatoredella SPAL, esegue un colpo di tacco  e manda il pallone alle spalle di Carnesecchi.

3 ‘ di recupero

90+3’ – Dopo un doppio calcio d’angolo a favore della Cremonese, l’arbitro Camplone fischia e manda le squadre negli spogliatoi.

Post partita analisi del Mister Massimo Rastelli in conferenza stampa post partita
“C’è un grosso rammarico il destino non era più nelle nostre mani, noi dovevamo solo cercare di vincere la gara e sperare negli altri campi, così non è stato, quindi, il rammarico è doppio perchè nelle settimane precedenti quelle battute a vuoto non ci hanno permesso di poter gestire le ultime gare che sono state sicuramente positive, hanno portato sei punti, ma purtroppo nella questione classifica avulsa, purtroppo ci vede noni”.
Dove è stata persa la possibilità di andare ai playoff
“E’ la somma di un campionato dalla prima giornata alla trentottesima, non c’è un momento, io posso dare un giudizio per quelle che sono state le mie nove gare, sapete benissimo le difficoltà che c’erano sia dal punto di vista psicologico ma soprattutto dal punto di vista dell’organico con tanti uomini infortunati. Purtoppo abbiamo perso, subito, Vicari nella prima partita con il Cittadella ed erano già fuori Asencio e Paloschi, poi si è fatto male Tumminello, abbiamo avuto Floccari fuori per quindici giorni, abbiamo perso nel momento più bello più esaltante dopo le prime quattro partite, con il mio arrivo qui a Ferrara, sia Vicari che Viviani, quindi, in quel momento, purtroppo, abbiamo perso quelle tre gare che bastava un solo punticino che ci permetteva comunque di raggiungere l’obiettivo minimo, poi sappiamo che con i playoff si azzera tutto, però oramai è andata”.
Il suo impegno con la SPAL
“In queste nove gare la squadra ha ottenuto 4 vittorie e 2 pareggi, quindi quasi il 50% delle vittorie, ripeto con un organico, soprattutto, in determinati ruoli, in grande difficoltà, una media di 1,50 punto a partita, una proiezione sui 59 punti finali. Comunque abbiamo cercato io e tutto il mio staff, che naturalmente ringrazio, di cercare di raggiungere l’obiettivo ma soprattutto di dare tutto noi stessi, questo l’abbiamo fatto, poi quello che è stato lavoro, va giudicato dalla società. Mi sento di dire che mi piacerebbe continuare a lavorare qui e comunque debbo ringraziare la società che mi ha cercato. Mi ha permesso di allenare una società storica, una piazza di grandissima tradizione, e quindi il rammarico è doppio proprio perchè volevo raggiungere l’obiettivo minimo per poi arrivare in serie A, questo non è successo e mi auguro che il lavoro che è stato svolto, possa essere apprezzato dalla società e che ci si possa sedere per, eventualmente, ricominciare dall’inizio, potendo programmare, potendo confrontarci, però capisco che in questo momento il rammarico è di tutti”.

La conferenza stampa di mister Massimo Rastelli al termine di SPAL – Cremonese


Le suqdre si sono affrontate intotale 27 volte:
SPAL 13V8N6S
Cremonese 6V8P13S

Giovanni Tavassi

Sono nato nel 1957 - Diplomato al Liceo Artistico di Napoli - Vivo a Portomaggiore (FE) - Ho lavorato in RFI come Professional dell'Alta Velocità. Dal 2004 sono operatore per quanto riguarda la realizzazione, il montaggio e la messa in rete delle videointerviste e scrivo nelle varie sezioni del sito www.natoconlavaligia.info, in special modo Arte & Cultura - Viaggi & Stili - Assaggi & Gusti e Wellness & Lifestyle.