ALTO ADIGE: LA RETE DI SENTIERI TEMATICI DEL BORGO DI TIROLO

Tirolo, un piccolo paese a due passi da Merano,  è caratterizzato da una serie di facili sentieri tematici che invitano ad approfondire argomenti come la mela e il vino

Tirolo chiamato anche Dorf Tirol per distinguerlo dalla regione Tirol, è un  borgo con poco più di duemila anime appena sopra Merano, noto a tutti per l’importante omonimo castello che dà il nome all’intera regione (Südtirol/Alto Adige). Dal centro del borgo rurale partono una serie di facili sentieri che tagliano in lungo e in largo la collina e congiungono Tirolo alla  città di Merano, tra cipressi, oleandri, vigneti e meleti.
Da Tirolo si dirama una rete di sentieri lunga circa 70 km, che propone diversi itinerari a tema – come il Sentiero delle Mele o del Vino, il Sentiero Culturale e quello Panoramico. Possono essere percorsi tutto l’anno per osservare la fioritura della primavera, godersi il sole in estate o ammirare i colori dell’autunno. Anche in inverno rappresentano un’ottima soluzione per fare una passeggiata non impegnativa ed esposta al sole, con un panorama unico sulla conca di Merano.

Le prime due passeggiate sono dedicate al vino e alla mela. Andiamole a scoprire assieme.

Il Sentiero del Vino parte dalla sede dell’Associazione Turistica di Tirolo snodandosi tra i vigneti e le amene colline coltivate. Lungo il percorso si trovano stazioni interattive che “raccontano” fatti e curiosità sulla viticoltura della zona. Le alture esposte al sole e il clima mite fanno di Tirolo una zona ideale per coltivare vitigni di Lagrein o di Schiava (Vernatsch) oltre ad altre varietà quali Pinot Nero, Sylvaner e Merlot. Tirolo risulta essere anche una delle aree vinicole più antiche dell’Alto Adige, apprezzata già al tempo dei Romani

Il Sentiero delle Mele è una passeggiata piacevole e poco impegnativa che attraversa i meleti di Tirolo ed è particolarmente suggestiva durante la fioritura. Anche in questo caso ci sono interessanti stazioni didattiche che offrono spunti di riflessione e, volendo, si può arrivare facilmente al sentiero Passerweg e fino alla Passeggiata Gilf, per giungere nel centro di Merano.

Ci sono anche altri percorsi molto interessanti. Il primo di questi è la Passeggiata Falkner, che è dedicata ad Hans Norman Falkner (1906-1988), nato a Gurgl in Austria e cittadino onorario del paese, perché qui scelse di trascorrere la sua vita. Tra il 1972 ed il 1973 finanziò una passeggiata che conducesse direttamente dall’inizio del paese a Castel Tirolo, evitando tutto il traffico motorizzato. Per questo lo splendido percorso panoramico è stato a lui intitolato e nel 1988, alla sua morte, vi è stato eretto un piccolo monumento commemorativo in suo onore. Nell’anno 2016 la Passeggiata Falkner è stata ristrutturata e da qui si può ammirare la splendida Conca di Merano.

Altro percorso è l’Escursione sul Sentiero Culturale, tra edifici intrisi di storia e bellezze culturali: il Sentiero Culturale a Tirolo invita a camminare, esplorare e stupirsi, tra masi antichi, case di altre epoche, prati e castelli.

Il Sentiero Panoramico, invece, è una piacevole passeggiata di due ore con scorci panoramici sulla città di cura di Merano. Anche in questo caso è possibile collegarsi alla Passeggiata Tappeiner, l’incantevole tragitto sopra i tetti di Merano che oltrepassa la Polveriera e per due chilometri consente di godere di un panorama unico sulla città.
Infine, oltre ai facili sentieri, ricordiamo che il paese di Tirolo si trova ai piedi del Parco Naturale del Gruppo di Tessa e una funivia, a pochi passi dal centro, porta velocemente a 1.800 metri slm, per esplorare il Parco e percorrere l’Alta Via di Merano.

Ulteriori Info: Associazione Turistica Tirolo  –    Via Principale 31 – 39019 Tirolo  –  Tel. +39 0473 92 33 14  –  www.dorf-tirol.it.

Crediti fotografici: Harald Wistahler/Ass. Tur. Tirolo

Tiziano Argazzi

Giornalista appassionato di turismo, Food & Wine e Motori. Da molto tempo si diletta a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche vari suggerimenti enogastronomici. Negli ultimi anni ha iniziato ad interessarsi anche del mondo automobilistico e fa parte di Uiga l’Unione italiana giornalisti dell’automotive.