Vignaioli di Montagna a Bologna - Tutti insieme appassionatamente - Natoconlavaligia, il sito di Turismo dal 2004

Ultimo aggiornamento 30/09/2020
loghino
scritta natoconlavaligia
scritta on-line dal 2004
Vai ai contenuti
Vignaioli di montagna a Bologna: tutti insieme appassionatamente.
Dall’1 al 3 febbraio alla Fondazione Cineteca, per la prima volta  insieme fuori regione i Vignaioli del Trentino e i Vignaioli dell’Alto  Adige con il Trento Film Festival propongono degustazioni, laboratori e  proiezioni sul vino delle “terre alte”.


img©fotocru

40 Vignaioli  si uniscono per raccontare con parole, immagini e vini la vita di  montagna, di quelle “terre alte” che spaziano dalle Dolomiti al Lago di  Garda. Lo faranno alla Cineteca di Bologna, dall’1 al 3 febbraio 2020 con Vignaioli di Montagna,  la manifestazione dedicata ai vini artigianali del Trentino e dell’Alto  Adige, al cinema e alle culture di montagna realizzata grazie al  supporto delle Camere di Commercio di Trento e Bolzano.


img©fotocru

“Le passate edizioni di Vignaioli di Montagna – sottolinea Lorenzo Cesconi,  presidente del Consorzio Vignaioli del Trentino - hanno avuto luogo a  Trento, nell’ambito del Trento Film Festival. In questo 2020 i Vignaioli  trentini e sudtirolesi hanno deciso di varcare insieme i confini della  regione per fare di Bologna, nei tre giorni di manifestazione, la  capitale della viticoltura di montagna. Scopo della rassegna è far  comprendere al pubblico il delicato e intenso rapporto fra uomo e  montagna, anche in ambito vitivinicolo. Una sensibilità che i Vignaioli  del Trentino e dell’Alto Adige condividono in un dialogo costante. A  Bologna la montagna non sarà solo un fondale di scena, ma la  protagonista assoluta, che con i suoi ritmi, i suoi ambienti, i suoi  cicli stagionali scandisce la nostra vita e il nostro lavoro”.
Per  conoscere queste realtà il pubblico sarà coinvolto in degustazioni,  laboratori, percorsi sensoriali e proiezioni in anteprima.

Sabato 1 febbraio dalle 14.00 alle 20.00  nella Sala della Biblioteca Renzo Renzi, 20 vignaioli trentini e 20  altoatesini saranno protagonisti della mostra dedicata ai vini  artigianali delle terre alpine, raccontando in prima persona il loro  lavoro e proponendone in degustazione i risultati. Ad accompagnare i  vini di montagna, due eccellenze della tradizione gastronomica del  Trentino Alto Adige – Südtirol: i formaggi d’alpeggio trentini e lo  speck artigianale sudtirolese. Il prezzo d’ingresso al pubblico sarà di  20 euro.

Domenica 2 febbraio protagonista della giornata sarà la settima arte, con l’anteprima della 68ª edizione del Trento Film Festival (Trento, 25 aprile - 3 maggio 2020). Nel pomeriggio due appuntamenti, alle 18.00 e alle 19.00, con Persorsi,  a cura di Miscele d’Aria Factory. Una passeggiata immersiva e  multisensoriale nella viticoltura di montagna, dentro e fuori il Cinema  Lumière. In cuffia wireless, musica dal vivo, parole e suoni; nel  calice, tre vini dei Vignaioli trentini e sudtirolesi. Il costo è di 10  euro e la prenotazione obbligatoria, scrivendo ad  accrediti@trentofestival.it .
Alle 21.00, sempre al Cinema Lumière, la proiezione del documentario Our Blood Is Wine  (di Emily Railsback, USA, 2018, 78’), nato da un'idea del cineasta e  sommelier Jeremy Quinn e girato in Georgia. Il film esplora la rinascita  di una tradizione vitivinicola che ha rischiato di andare perduta  durante il periodo del dominio sovietico. Il prezzo del biglietto  (acquistabile anche in prevendita presso il Cinema Lumière) è di 5 euro,  e include un calice di vino presso il banco di degustazione allestito  all’ingresso del Cinema dalle 18.00 alle 23.00.
Infine lunedì 3 febbraio,  nella sala della Biblioteca Renzo Renzi, si terranno tre masterclass  dedicate a operatori, critici e giornalisti di settore, appassionati e  wine lovers, sul tema della Vitienologia delle terre alte. Si inizierà alle 11.00 con Valli, colline e montagne: un viaggio di quota in quota, condotta dal giornalista e scrittore Massimo Zanichelli con Hannes Baumgartner, presidente dei Freie Weinbauern Südtirol. Alle 13.00 Sostenibilità: una meta, tante strade  con Helmuth Zozin, direttore ed enologo delle Tenute Manincor,  accompagnato dal presidente del Consorzio Vignaioli del Trentino,  Lorenzo Cesconi. Si chiuderà alle 15.00 con Teroldego e Lagrein: due “cugini” alla prova del tempo  guidata da Fabio Giavedoni, curatore della guida Slow Wine, con i  vignaioli Giulio De Vescovi e Andreas Berger. Il costo è di 25 euro per  un laboratorio, 40 euro per due e 60 euro per tre.

Posti limitati con preiscrizione obbligatoria al modulo bit.ly/2Ec9in0.
Info, programma completo e costi su www.trentofilmfestival.it, www.vignaiolideltrentino.it e www.fws.it .



        

Vignaioli di montagna  nasce nel 2017 nel contesto del Trento Film Festival, su iniziativa  della Camera di Commercio di Trento e della Camera di Commercio di  Bolzano, in collaborazione con il Consorzio Vignaioli del Trentino e i  Freie Weinbauern Südtirol. Le passate edizioni dell’appuntamento  biennale hanno avuto luogo a Trento nelle sale di Palazzo Roccabruna,  sede dell’Enoteca provinciale del Trentino.

01/01/2020
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Scritta natoiconlavaligia
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti