Sconforto nella casa del Consorzio Focaccia di Recco - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 23/11/2020
loghino
scritta natoconlavaligia
scritta on-line dal 2004
Vai ai contenuti

Sconforto nel Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio.

Il cuore pulsante della ristorazione a Recco, come in tutta Italia, sta subendo un secondo periodo di stop dovuto alle norme messe in campo per contrastare i numeri crescenti della pandemia da Covid-19. #apranzoalristoranteacenaacasatua #conlafocacciadirecco

di Giovanni Tavassi



Focaccia di Recco col formaggio

Dopo il lockdown di marzo e aprile che ha dato il primo colpo agli operatori della ristorazione, le nuove restrizioni imposte dal Governo mettono nuovamente in ginocchio l'intero settore ed a rischio migliaia di chiusure di locali e posti di lavoro.
L'informazione che ha disinformato gli italiani. Nel periodo successivo al primo lockdown si sono alternati personaggi che chiedevano di fare attenzione perchè il virus non aveva, certamente, perso la sua forza e altri sostenevano il contrario - Alcuni invitavano a fare attenzione perchè in Autunno sarebbe ritornata la seconda ondata e con tutta la sua forza e altri sostenevano il contrario. Abbiamo ascoltato un rimbalzo di notizie che certamente ha fatto prevalere di più il lassismo. Sanificazioni, entrate contingentate, tavolini separati, gel e tante altre norme che i ristoratori hanno attuato e rispettato, ma sono mancati controlli a tappeto e divieti per quanto riguarda discoteche improvvisate, feste con numeri di partecipanti consistenti e quello più grave è senz'altro la movida nelle piazze e slarghi di tutt'Italia che ha compromesso la situazione di contagio.

Riceviamo e pubblichiamo, volentieri, lo sconforto degli operatori del "Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio" che accomuna anche tutti gli altri operatori della ristorazione italiana.

"Sconforto  nel Consorzio della Focaccia di Recco, i ristoratori affrontano questo  secondo periodo di restrizione con maggiore preoccupazione di quando, lo  scorso marzo, si dovettero abbassare le saracinesche, i panificatori  che nel caso di chiusure dei confini tra comuni limitrofi vedrebbero  limitate le vendite di tutti i giorni. Un danno economico che,  unitamente al primo lockdown di marzo, si tramuterebbe in un pesante  colpo per molte attività commerciali della zona d’origine della focaccia  di Recco IGP.

Recco  vanta una ristorazione famosa con una tradizione centenaria che le ha  valso la fama di capitale gastronomica della Liguria. Le gravi  limitazioni del nuovo Decreto vanno a colpire proprio quel settore  produttivo cittadino che garantisce più posti di lavoro con centinaia di  addetti e che crea indotto al restante tessuto commerciale. A Recco  colpire la ristorazione e la produzione della sua Focaccia è colpire la  Città.

Subito  dopo il DCPM entrato in vigore il 26 ottobre i ristoratori si sono  confrontati sulle norme che li hanno provati così duramente senza  trovare possibili rimedi, auspicando come soluzione estrema almeno la  certezza dei tempi e modi di quelle misure “di ristoro” e di sostegno  (tipo la tanto discussa Cassa integrazione) che dovrebbero aiutarli  nella gestione delle proprie aziende.

In  tutte le loro attività gli associati, ognuno nelle proprie tipologie,  hanno seguito scrupolosamente gli iter richiesti dalle normative Covid  con investimenti per sanificazioni, prodotti igienizzanti, dispostivi di  sicurezza, adeguamento dei protocolli da seguire, praticamente  dimezzati i posti a sedere in base al distanziamento richiesto, ci si è  adeguati per accogliere i clienti in totale sicurezza, come nel resto  d’Italia. Oggi con la chiusura imposta alle 18 è come se i ristoranti  fossero luoghi di provato ed alto contagio quando guardandoci in giro  poco ci vuole a trovarne altri ben più esposti!

Il  servizio serale per la ristorazione rappresenta una fetta  importantissima delle entrate, se si uniscono anche i divieti per le  celebrazioni (matrimoni, battesimi, comunioni, feste, gruppi) unitamente  al consiglio di muoversi solo per necessità, salute, studio e salute,  si evidenzia l’inutilità, se non il danno, a mantenere aperte le  strutture. Per affrontare l’immediato si sono valutate le aperture e  chiusure dei singoli locali, riproponendo l’asporto e il delivery, come  fossero l’ancora di salvezza sapendo che non lo sono.

Nel  confronto avuto con il Sindaco di Recco Carlo Gandolfo, trovando in lui  un forte sostegno e la volontà di porsi al fianco del comparto  produttivo cittadino, si sono ipotizzate anche strategie comuni mirate  alla promozione delle attività economiche.

Riscopriamo  il pranzo in famiglia alla domenica, quando il giorno di festa era  l’occasione per andare “fuori a mangiare”. Ritroviamoci “quattro amici  al ristorante” a pranzo per gustarci una focaccia di Recco col formaggio  IGP e riviviamo, anche solo per un paio d’ore, una bellissima e  fantastica “normalità”. Questo è l’invito che parte dal Consorzio della  Focaccia, e approfittiamo dell’occasione per un giro nei molteplici e  bei negozi della Città. E se per un pò non ci si potrà muovere da casa,  ricordiamoci del delivery, per non perdere l’abitudine".



Le attività aderenti al Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio ed autorizzate alla produzione IGP:
Ristoranti  a Recco: Alfredo – Angelo -  Da Lino – Da ö Vittorio – Del Ponte –  Manuelina Ristorante – Vitturin 1860 – Storica Focacceria Manuelina.  Ristoranti a Sori: Edobar – Il Boschetto.
Panifici  a Recco: Panificio Moltedo G.B. via Assereto – Panificio Moltedo 1874  via XX Settembre. Tossini via Roma – Tossini via XXV Aprile. Panifici e  gastronomia a Recco: Tossini via Assereto – Tossini via Trieste.
Asporto a Camogli: Focacceria Revello dal 1964. Asporto a Sori: Focacceria Tossini.

Pagine FB: La festa della Focaccia di Recco oppure Focaccia DI Recco – Instagram: focacciadirecco_igp  

04/11/2020 Versione pdf
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Scritta natoiconlavaligia
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti