Mantova: l'arte urbana conquista la città - Natoconlavaligia, il sito di Turismo dal 2004

Ultimo aggiornamento 28/09/2020
loghino
scritta natoconlavaligia
scritta on-line dal 2004
Vai ai contenuti

Mantova: l'arte urbana conquista la città.

Presentati oggi  in conferenza stampa il festival "Without Frontiers, Lunetta a colori" -  al via dal 31 agosto al 6 settembre la V edizione ispirata all'universo  di Alice nel Paese delle Meraviglie - e il nuovo progetto "Piccola Biblioteca Ideale".
Due appuntamenti che coinvolgono artisti nazionali e internazionali  nella realizzazione di opere di arte urbana e arte pubblica finalizzate  alla riqualificazione e alla valorizzazione culturale dei quartieri  periferici di Lunetta e Te Brunetti.
“WITHOUT FRONTIERS, LUNETTA A COLORI” - V^ edizione Bada al senso e le parole baderan a se stesse.



                                                                                                                                    
Al via, dal 31 agosto al 6 settembre 2020, la quinta edizione di Without Frontiers, Lunetta a colori, il festival di arte contemporanea nato in occasione di Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016, che ogni anno coinvolge artisti nazionali e internazionali nella realizzazione di opere di arte urbana e arte pubblica finalizzate alla riqualificazione e alla valorizzazione culturale del quartiere Lunetta, nella periferia Nord di Mantova.
Il Festival, organizzato dall’associazione Caravan SetUp, è curato dalla critica d’arte Simona Gavioli con l’apporto scientifico di Lavinia Bottini, in collaborazione con l’associazione culturale Il Cerchio E Le Gocce, il supporto del Comune di Mantova e il contributo di Tea.
 
Come indica il nome stesso, Without Frontiers è un inno all’abbattimento delle frontiere attraverso l’arte, a favore di una continuità culturale capace di unire il centro della città alla sua periferia. Sviluppando una relazione tra arte urbana e arte pubblica,  Without Frontiers vuole generare un continuum, un ponte, tra ciò che  rappresenta per il mondo dell’arte e della cultura il centro di Mantova,  culla del Rinascimento, e ciò che il quartiere Lunetta rappresenta per  tutti gli abitanti della città.
Un esperimento artistico, sociale e culturale che  continua a crescere e a far crescere il proprio territorio, offrendosi  anche come spunto e nuova visione per altre periferie italiane e non  solo.

La manifestazione tradizionalmente prevede l’intervento di nomi affermati nell’ambito dei graffiti-writing,  e il coinvolgimento anche di autorevoli artisti contemporanei che non  necessariamente abbiano utilizzato il tessuto urbano come veicolo  principale della propria arte. Ospiti di quest’anno saranno Aris, Andrea Casciu, Corn79, Howlers e Kiki Skipi. Per la prima volta il quartiere di Lunetta vedrà la realizzazione di due combo, la prima ad agosto a opera di Aris e Corn79, la seconda ad ottobre per mano di Kiki Skipi e Andrea Casciu.
 
                                                                                                                                                                                                                         Il quartiere Lunetta prima e dopo "Without Frontiers"

 

“PICCOLA BIBLIOTECA IDEALE” - TE BRUNETTI
«Fondare biblioteche è un po’ come costruire granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito»: scriveva Marguerite Yourcenar in Memorie di Adriano.  Una volta fondate, queste biblioteche-granai hanno bisogno di essere  valorizzate e vissute per non appassire. È quello che si propone di fare  a Mantova il progetto di arte contemporanea earte urbanaPiccola biblioteca ideale”. L’iniziativa nasce come spin-off del festival di arte contemporanea e riqualificazione urbana Without Frontiers, Lunetta a Colori. Il nome è un omaggio al libro di Nuccio Ordine Classici per la vita. Una piccola biblioteca ideale.
La biblioteca-granaio scelta come punto di partenza del progetto, che  mira ad espandersi alle vie circostanti, è quella del quartiere di Te Brunetti, nata con il Sistema Bibliotecario Urbano negli anni Ottanta e oggi gestita dall'Associazione di volontariato Auser.
Qui, dal 26 al 30 agosto, due artisti di fama internazionale, Corn79 e Made514,  metteranno la loro poetica al servizio di un dialogo con la comunità,  realizzando due opere d’arte su grande scala. Il progetto “Piccola  Biblioteca Ideale” vuole riavvicinare gli abitanti di Te Brunetti alla  propria biblioteca. Spiega la curatrice, Simona Gavioli: «La biblioteca è  l’unico luogo che possa custodire tra quattro mura un’infinità di mondi possibili. Oggi in particolare, in questo momento di chiusure e distanziamento, la biblioteca è il più grande “aeroporto” che abbiamo a disposizione per viaggiare liberi nel tempo e nello spazio».

Ad accompagnare entrambi i progetti ci saranno anche le performance DANZA di CONDOMINIO - Building Dance a cura della compagnia Iuvenis Danza.  Il pubblico potrà sperimentare una nuova geografia dell’abitare, del  vivere il quartiere e la città, ripartendo da dove la pandemia ci ha  fermati. Nei mesi dell’isolamento, finestre e balconi hanno assunto un significato diverso, diventando simbolo di vicinanza, unione e speranza. Sabato 29 agosto e sabato 5 settembre, Iuvenis porterà la danza, concepita come rito allo stesso tempo privato e comunitario, nel cuore dei quartieri Lunetta e Te Brunetti. Dalle ore 19.00, la compagnia di artisti si esibirà in performance dedicate ai residenti di più stabili che si affacciano su zone comuni, creando, in totale sicurezza, un “evento” di quartiere che si innesta nella vita della città a partire dai suoi cortili.
www.iuvenisdanza.com/


27/08/2020
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Scritta natoiconlavaligia
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti