5 saranno i premi ad Arte Fiera Bologna - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 26/10/2020
loghino
scritta natoconlavaligia
scritta on-line dal 2004
Vai ai contenuti
Dal 24 al 26 gennaio 2020 si svolgerà nei padiglioni di Bologna Fiere, la 44^ edizione di Arte Fiera.
Nel corso della 44^ edizione di Arte Fiera, organizzata da Bologna Fiere nei padiglioni 18 e 15, verranno assegnati cinque premi, che saranno annunciati alle ore 16.00 di venerdì 24 gennaio nell’Area Talk.
Di Giovanni Tavassi


Arte Fiera 2019 - img©natoconlavaligia

Il Salone Internazionale dell' Arte "Arte Fiera" aprirà a Bologna dal 24 al 26 gennaio 2020 (press preview e inaugurazione: giovedì 23 gennaio) nei padiglioni 18 e 15 del Quartiere Fieristico di Bologna, accessibili in auto dall’Ingresso Nord e con un servizio di navette dall’ingresso di Piazza Costituzione.

La 44^ edizione dei Arte Fiera è la seconda edizione diretta da Simone Menegoi, affiancato da Gloria Bartoli come vicedirettrice. Tante sono le novità a cominciare dal numero delle gallerie presenti che sono 155 gallerie tra italiane e straniere: 108 nella Main Section e 47 nelle tre sezioni curate e su invito, Fotografia e immagini in movimento (20 gallerie) a cui si aggiungono per la prima volta Focus (8 gallerie) e Pittura XXI (19 gallerie), per untotale di 345 artisti presentati in fiera.
Ad affiancare la sezione principale, ci saranno tre sezioni su invito.
 
Pittura XXI
La maggiore novità di questa 44^ edizione del Salone Internazionale dedicato all'Arte, sarà la sezione dell'arte contemporanea e il suo linguaggio che oggi è tema molto dibattuto negli ambiti artistici. La cura di questa sezione è affidata a Davide Ferri, critico e curatore indipendente, molto apprezzato negli ambienti, per la sua competenza in materia. Le gallerie Bernhars Knaus di Francoforte e Arcade di Londra, saranno presenti in questa sezione.
  
Focus - Prima metà del XX secolo e i Post-War Masters
Altra novità del 2020 è Focus, sezione per l'arte della prima metà del XX secolo e i Post-War Masters. Sezione che vedrà un curatore diverso ogni anno, per il 2020 è affidata a Laura Cherubini, critica e storica dell'arte di fama consolidata. Cherubini  ha scelto di concentrarsi sul rinnovamento e sulle rivoluzioni nella  pittura italiana tra la fine degli anni Cinquanta e la fine degli anni  Settanta.

Seconda edizione per Fotografia e immagini in movimento
Una  vetrina dedicata a video e fotografia, i media che maggiormente  definiscono il nostro orizzonte visivo quotidiano, qui in stretto  dialogo con gli altri linguaggi dell’arte contemporanea. Questa sezione è  stata affidata, come per la 43^ edizione, alla piattaforma curatoriale Fantom, fondata tra Milano e New York nel 2009 e costituita da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani e Francesco Zanot.

La Main Section
Continua il modello innovativo, iniziato dalla scorsa edizione, per la sezione principale  con la cura per la qualità e la coerenza degli stand, e promosso tanto dai galleristi quanto dai collezionisti. La formula vincente, adottata  nel 2019, sarà riproposta anche per il 2020, le gallerie potranno  presentare un numero limitato di artisti: fino a un massimo di tre, per  gli stand di medie dimensioni; fino a un massimo di sei per i più  grandi. Unica eccezione alla regola, e novità per il 2020, la possibilità di eccedere il limite di sei artisti con un progetto  curatoriale dedicato a un gruppo, un movimento, una corrente artistica.  L'organizzazione aveva sollecitato le gallerie a presentare un unico  artista, ed una percentuale significativa, per la 44^ edizione,  presenterà un unico artista.
 
La  forte presenza di stand monografici, che costituiscono altrettanti  approfondimenti su artisti italiani o stranieri, nuove proposte o  maestri affermati, si segnala già come uno dei tratti caratteristici  della direzione di Menegoi.

Il ritorno di alcune Gallerie importanti
Fra  gli espositori, il ritorno, di alcune importanti Gallerie d'Arte fra  cui Giorgio Persano (Torino), Galleria Fonti (Napoli), Galleria d’Arte  Maggiore G.A.M. (Bologna), FPAC Francesco Pantaleone Arte Contemporanea  (Palermo-Milano), Invernizzi(Milano), Ex Elettrofonica (Roma), Otto Zoo  (Milano),The Gallery Apart (Roma), 1/9 unosunove arte contemporanea  (Roma).
Le gallerie partecipanti in Fiera concorreranno  all’assegnazione di premi speciali assegnati dai nostri partner con il  sostegno di giurie qualificate, composte da curatori, direttori di  museo, collezionisti e professionisti di settore.

bookshop
La parte dedicata al libro "bookshop" di Arte Fiera è nuovamente affidato a Corraini Edizioni.  Come prolungamento dell’area bookshop, saranno presenti editori di  libri d’artista e riviste di settore con stand dedicati e dal nuovo  posizionamento in Fiera.

Public Program
L’offerta del Public Program  riconferma i format lanciati nel 2019, che hanno incontrato il deciso  apprezzamento dei protagonisti del mondo dell’arte, dai collezionisti ai  galleristi, dalla stampa al pubblico.

Courtesy Emilia-Romagna
Si presenterà il secondo capitolo di Courtesy Emilia-Romagna,  il ciclo di esposizioni allestite nell’ambito della Fiera che coinvolge  le collezioni d’arte moderna e contemporanea, sia pubbliche che  private, del territorio emiliano-romagnolo. Il format prevede una mostra  temporanea come momento per valorizzare e conoscere un patrimonio  artistico che si pone come una sorta di “museo diffuso”, visto dalla prospettiva  di un curatore che cambia ogni anno. Per l’edizione del 2020 la curatela sarà affidata a Eva Brioschi,  storica e critica d’arte, curatrice della Collezione La Gaia di Busca  (Cuneo). Il titolo annunciato dalla curatrice per la sua mostra è “L’opera aperta”.
 
Il progetto OPLA’ – Performing Activities
Al secondo appuntamento anche il progetto OPLA’ – Performing Activities, a cura di Silvia Fanti (Xing),  riconosciuta internazionalmente per la sua particolare attenzione ai  linguaggi di ricerca nelle arti visive, nel teatro e nella performance.  Arte Fiera presenterà interventi performativi firmati da Alessandro Bosetti, Luca Vitone, Zapruder filmmakersgroupe Jimmie Durham,  artista insignito del Leone d’Oro alla carriera durante la 58^ Biennale  di Venezia. Durham proporrà al pubblico di Arte Fiera un nuovo lavoro  ispirato a una delle sue performance iconiche, eseguita solo una volta  in precedenza.
 
Welcome - Installazione all'esterno del Salone e intervento diffuso all'interno
Come annunciato in occasione della XV edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, Eva Marisaldi  sarà l’artista protagonista di Arte Fiera 2020 con un’opera creata ad  hoc per l’occasione. Il progetto, in cantiere dalla scorsa primavera, si  intitola Welcome,  e si compone di due parti: una grande installazione che accoglierà i  visitatori all’ingresso della Fiera, e un intervento diffuso in vari  punti dei padiglioni fieristici e della città di Bologna. L’artista  interverrà inoltre al Teatro Comunale di Bologna, a suggellare la  collaborazione fra la Fiera e l’importante istituzione cittadina.
 
Flash Art curerà i Talk
Flash Artè per il secondo anno content partner  della manifestazione; come tale, si prenderà cura dell’organizzazione  di un denso calendario di talk, indispensabili per stimolare la  riflessione attorno ai temi dell’attualità dell’arte contemporanea.
 
Il Public Program  di Arte Fiera ribadisce infine l’importanza dell’educazione all’arte e  dell’attenzione verso tutte le fasce di pubblico, dai giovanissimi agli  adulti ai primi approcci con l’arte contemporanea, con i nuovi  laboratori a cura della Fondazione Golinelli.
 
Arte City Bologna 8^ edizione
Arte Fiera riconferma con piacere la stretta collaborazione con il Comune di Bologna, che nei giorni della manifestazione presenterà l’ottava edizione di ART CITY Bologna, il programma di eventi e mostre diretto da Lorenzo Balbi, Direttore Artistico del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.
 
Particolare  attenzione è dedicata all’accoglienza e all’offerta per i  collezionisti, italiani e stranieri, coordinati per il primo anno da Costanza Mazzonis  di Pralafera. Il VIP program, rigorosamente collocato al di fuori  dell’orario fieristico, offrirà l’occasione per la scoperta di  collezioni private, per percorsi speciali tra le eccellenze – non solo  di arte contemporanea – del territorio, per visite guidate in musei e  istituzioni di Bologna e dei dintorni, come la Collezione Maramotti e MUT – Mutina for Art.
 
Parte digitale e social
La  rinnovata Arte Fiera mostra il proprio dinamismo anche a livello di  comunicazione digitale, sul sito web e sui canali social. Le pagine  Facebook, YouTube e Instagram raccolgono e stimolano le interazioni di  migliaia di appassionati del mondo dell’arte. In particolare, #ArteFiera_Spotlight documenta in tempo reale opening e novità della scena artistica del momento, in Italia e all’estero. Osservatorio Arte Fiera è  invece la rubrica online, fruibile anche sui canali social, che ogni  mercoledì presenta un interlocutore del mondo dell’arte che ha un legame  con Arte Fiera, Bologna e il suo territorio, invitato a condividere un  pensiero su una mostra, un’opera, un’istituzione dell’Emilia-Romagna. A  questi appuntamenti andranno ad aggiungersi altre novità e occasioni di  coinvolgimento online, dando una spiccata connotazione digital anche  alla prossima 44^edizione.
 
Le collaborazioni
Nell’ambito  delle collaborazioni, Arte Fiera avrà i suoi che la sostengono nella  proposta di una ristorazione di qualità. Si rinnova l’alleanza tra Arte Fiera e FICO Eataly World Bologna, con la presenza in Fiera di un punto ristorazione e vendita dei prodotti di eccellenza del territorio. Un Bistrot Emilia-Romagna si concentrerà sui piatti locali più tipici e attesi. La vip lounge  dedicata a collezionisti, espositori, ospiti e giornalisti, accoglierà  uno special guest della ristorazione in un ambiente dall’architettura  rinnovata.

ARTE FIERA 2019 - Simone Menegoi: “Rinnovamento a tutto campo"


I premi previsti per questa edizione saranno:

Premio per la Pittura Mediolanum Art Building Padova
Promosso e finanziato da Stefano Pirrone, Wealth Advisor di Mediolanum, per individuare un’opera della sezione Pittura XXI che entrerà a far parte delle collezioni d’arte di Casa Mediolanum Padova; Premio Wide di Wide Group, alla sua prima edizio-ne ad Arte Fiera, che acquisirà il lavoro che, a giudizio della giuria, avrà meglio interpretato il concetto di interazione tra forma, colore e spazio; Premio A Collection, altra nuova presenza ad Arte Fiera, che consiste in una “mini residenza” nel corso della quale l’artista insignito potrà realizzare un progetto sotto forma di arazzo con il maestro tessitore Giovanni Bonotto; Premio Rotary, alla sua nona edizione, per l’installazione più creativa di Arte Fiera 2020; Premio ANGAMC, che valorizza il ruolo e la carriera di un gallerista affiliato all’Associazione distintosi nel panorama italiano per meriti umani e professionali.

Premio per la Pittura Mediolanum Art Building Padova
Il Premio Mediolanum Art Building Padova, alla sua seconda edizione, si rivolge alla pittura che, tra tradizione e innovazione, negli ultimi decenni ha mostrato di essere un campo aperto di sperimentazione tecnica e con-cettuale, sapendo accogliere le sfide lanciate tanto dalle nuove tecnologie quanto dalle tematiche identitarie, ecologiche e sociali.
Il premio acquisizione è indirizzato alla sezione Pittura XXI, a cura di Davide Ferri, che debutta ad Arte Fiera 2020. L’opera vincitrice entrerà a far parte delle collezioni d’arte di Casa Mediolanum Padova.

Giuria
Stefano Pirrone, Wealth Advisor Banca Mediolanum
Luca Bertolo, artista
Gianluca Ranzi, Chief curator, Fondazione Mudima, Milano
Riccardo Venturi, storico e critico d’arte contemporanea

Premio Wide Art
Il Premio Wide Art è un riconoscimento destinato agli artisti emergenti e istituito dal broker di assicurazioni Wide Group. Si rivolge alle opere esposte in Fiera nel loro complesso - senza limitazioni di medium o contenuto, ma con una preferenza per l’arte delle ultime generazioni - e sarà assegnato all’opera che meglio interpreterà il concetto di interazione tra forma, colore e spazio. La stessa interazione che c’è tra i professionisti di Wide Group, che valorizzano competenze e provenienze diverse per offrire ai propri clienti il meglio dell'esperienza nell’ambito della consulenza assicurativa.

Giuria
Luca Morazzoni, Managing Partner Wide Group
Chiara Bertola, Responsabile per l'arte contemporanea, Fondazione Querini Stampalia
Pier Paolo Pancotto, curatore de La Fondazione, Roma e di Art Club, Académie de France à Rome, Villa Me-dici
Ludovico Pratesi, curatore e critico d’arte

Premio A Collection
Il Premio A Collection si configura come un premio produzione associato a una mini residenza: l’artista vincitore, scelto fra quelli esposti ad Arte Fiera 2020, avrà la possibilità di disegnare un arazzo, che sarà realizzato da Giovanni Bonotto, e di assistere alle prime fasi della tessitura.
Dopo il debutto a Palazzo Barolo di Torino, il premio è la seconda tappa del progetto “A Collection”, curato da Chiara Casarin, che intreccia la ricerca contemporanea di giovani ma affermati artisti del panorama italiano alla visione creativa delle nuove tecniche di tessitura. Finora il progetto ha permesso la creazione di 10+1 affascinanti grandi arazzi contemporanei, realizzati con filati ottenuti dalla lavorazione della plastica riciclata.

Giuria
Giovanni Bonotto, maestro tessitore
Chiara Casarin, curatore di A Collection
Diego Bergamaschi, collezionista
Maria Chiara Valacchi, critica d’arte, curatrice indipendente e art writer

Premio Rotary
Il Premio Rotary, alla sua nona edizione consecutiva, si propone di premiare l’installazione più creativa presentata ad Arte Fiera 2020.
Rimangono immutati gli scopi essenziali del premio: diffondere la passione dell’arte contemporanea fra i giovani e divulgare i principi del Rotary sull’amicizia e la fratellanza fra le genti.
Questa edizione vede la partecipazione di tutti i Club Rotary di Bologna riuniti nel Gruppo Rotary Felsineo. Sono confermate le sinergie con il Rotaract e con la Libera Accademia di Studi Caravaggeschi “Francesco Maria Cardinal del Monte” - ente di ricerca, e la collaborazione con il Rotary International Distretto 2072° Emi-lia-Romagna e Repubblica di San Marino.

Il Premio si compone di:

Premio Rotary Arte Fiera 2020 alla galleria
Sarà assegnato a un’installazione, oppure all’allestimento di una galleria d’arte contemporanea all’interno di uno stand in Arte Fiera 2020, che si distingue per l’originalità e la creatività. Non destinato a un’acquisizione, il premio si rivolge a tutte le gallerie di arte contemporanea presenti ad Arte Fiera.

Premio speciale Rotaract all’artista
Finanziato dai giovani del Rotaract Bologna consiste in un riconoscimento economico destinato all’artista presentato dalla Galleria vincitrice del Premio Rotary (o agli artisti, nel caso siano più di uno).

Premio speciale “Andrea Sapone” Rotary Club Bologna Valle del Samoggia
Per ricordare Andrea Sapone, uno degli organizzatori dell'evento prematuramente scomparso, verrà assegnato un premio speciale in denaro anch’esso destinato all’artista, o agli artisti, presentati dalla Galleria vincitrice
del Premio Rotary.

Giuria
Elena Del Drago, critica di arte contemporanea, giornalista, conduttrice radiofonica RAI
Laura Moro, Presidente IBC Istituto Beni Culturali Emilia-Romagna
Claudio Musso, critico, curatore e docente di arte contemporanea
Paolo Nucci Pagliaro, Presidente Accademia Studi Caravaggeschi
Andrea Zarabini, Presidente del Rotary Club Bologna Valle del Samoggia

Premio ANGAMC
Istituito nel 2017, viene assegnato ogni anno per decisione del Consiglio direttivo. Nella prima edizione è stata premiata Carla Pellegrini (Galleria Milano) «per la straordinaria attività di promozione artistica e culturale condotta con la Galleria Milano dal 1964 e per la sua attiva partecipazione all’Associazione fin dalla sua fondazione». Nel 2018 il riconoscimento è stato attribuito a Giorgio Marconi (Studio Marconi / Galleria Gió Marconi) «che dal 1965, con il suo straordinario lavoro dedicato all’arte e alla promozione degli artisti, ha nobilitato la preziosa professione del gallerista». Nel 2019 è stato conferito il premio alla memoria a Pasquale Ribuffo (Galleria De’ Foscherari), «nome importante attorno al quale si è raccolta la città di Bologna e si è riconosciuta l’intera comunità dell’arte».
A consegnare il premio al vincitore dell’edizione 2020 sarà Mauro Stefanini (Presidente ANGAMC), alla presenza dei vertici di Arte Fiera e di Bruno Corà (Presidente della Fondazione Burri), che racconterà la storia del gallerista premiato e della sua galleria.
Arte Fiera 2020 si terrà nei padiglioni 18 e 15 dal 24 al 26 gennaio (preview: giovedì 23). I nuovi padiglioni sono direttamente accessibili da un unico ingresso: Ingresso Nord, con un servizio di navette di collegamento da piazza Costituzione.

DIGITAL KIT Arte Fiera 2020
www.artefiera.it
Facebook @artefiera
Hashtag ufficiale #artefiera2020

09/01/2020  Versione pdf
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
natoconlavaligia
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Scritta natoiconlavaligia
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti