IL CALCIO PIANGE UN ALTRO CAMPIONE – GIANLUCA VIALLI – SI E’ SPENTO NELLA NOTTE A LONDRA

IL CAPO DELEGAZIONE DELLA NAZIONALE ITALIANA DI CALCIO, GIANLUCA VIALLI, E’ MORTO ALL’ETA’ DI 58 ANNI DOPO AVER COMBATTUTO CONTRO UN TUMORE AL PANCREAS

LA FIGC HA DISPOSTO, IN SUA MEMORIA, L’OSSERVANZA DI UN MINUTO DI RACCOGLIMENTO PRIMA DI TUTTE LE GARE IN PROGRAMMA NEL PROSSIMO WEEK END

A confermare la morte del campione è stata la famiglia con una nota riportata dall’ANSA “Con incommensurabile tristezza annunciamo la scomparsa di Gianluca Vialli – fanno sapere -. Circondato dalla sua famiglia è spirato la notte scorsa dopo cinque anni di malattia affrontata con coraggio e dignità. Ringraziamo i tanti che l’hanno sostenuto negli anni con il loro affetto. Il suo ricordo e il suo esempio vivranno per sempre nei nostri cuori”.

Mercoledì 14 dicembre 2022, Vialli giunse alla decisione di sospendere temporanemente i suoi impegni, consigliato dall’equipe medica che lo aveva in cura.
L’avviso sul sito della FIGC:
<Vialli: “Ho deciso di sospendere temporaneamente i miei impegni”. Gravina: “Protagonista della Nazionale, tornerà presto”
Il capo delegazione degli Azzurri ha comunicato alla FIGC di volersi dedicare a superare “questa fase della malattia”. Il presidente federale: “Può contare su ognuno di noi, perché siamo una squadra, dentro e fuori dal campo”>.

Abbiamo ancora impresso, tutti noi, nella memoria l’abbraccio fra i due gemelli del goal il CT della Nazionale Roberto Mancini e Gianluca Vialli, dopo il goal di Federico Chiesa agli europei di calcio del 2021. Una scena sul prato di Wembley che rimarrà nella storia e nei nostri cuori.

Gianluca Vialli e Roberto Mancini amici fraterni: il loro abbraccio a Wembley commosse l’Italia

Per ricordarlo la FIGC – Federazione  Italiana Giuoco Calcio ha disposto un minuto di raccoglimento da osservare prima di tutte le gare dei campionati di calcio in programma nel prossimo fine settimana.  Queste le parole del Presidente della FIGC, Gabriele Gravina “Sono profondamente addolorato, ho sperato fino all’ultimo che riuscisse a compiere un altro miracolo, eppure mi conforta la certezza che quello che ha fatto per il calcio italiano e la maglia azzurra non sarà mai dimenticato. Senza giri di parole: Gianluca era una splendida persona e lascia un vuoto incolmabile, in Nazionale e in tutti coloro che ne hanno apprezzato le straordinarie qualità umane”

Cremonese di nascita, 9 luglio 1964, ebbe l’esordio da professionista proprio nella squadra della Cremonese e nell’84’ passò alla Sampdoria per rimanervi 8 stagioni vincendo uno Scudetto, tre Coppe Italia, una Supercoppa italiana e una Coppa delle Coppe. Poi ci fu il passaggio alla Juventus dove giocò per 4 stagioni, vincendo ancora trofei: uno Scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, una Coppa Uefa e la Champions League conquistata a Roma nel 1996.
Gli ultimi tre anni dal ’96 al ’99 li giocò nel Chelsea vincendo: una FA Cup, una Coppa di Lega, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Europea. Sempre nella squadra inglese, iniziò ad allenare, come player.manager e poi da tecnico, vincendo: FA Cup e una Charity Shield (ora Community Shield.

Il nazionale Vialli ha totalizzato 59 presenze e 16 reti e giocò nell’era del CT Enzo Bearzot, il Mondiale del 1986 in Messico, dopo aver vinto anche il titolo di capocannoniere, nello stesso anno, dell’Europeo Under 21. L’ultima presenza in nazionale è stata quella del 1992, a Malta, in una partita di qualificazione al Mondiale del 1994.
E’ stato ambasciatore del Programma Volontari di UEFA EURO 2020 e nel 2015 era stato inserito nella ‘Hall of Fame del calcio italiano’: anche quel giorno assieme a Roberto Mancini, che è stato sempre l’amico e compagno di sempre, condividendo i momenti belli e brutti che il calcio riserba.

Intervista del 27/11/2022 condotta da Fabio Fazio a Vialli e Mancini a “Che tempo che fa”, per la presentazione documentario “La Bella Stagione”, diretto da Marco Ponti e tratto dall’omonimo libro scritto proprio da Mancini, Vialli e dai calciatori della Sampdoria campione d’Italia. Raiplay


06/01/2023  12:58:06 Giovanni Tavassi

Giovanni Tavassi

Sono nato nel 1957 - Diplomato al Liceo Artistico di Napoli - Vivo a Portomaggiore (FE) - Ho lavorato in RFI come Professional dell'Alta Velocità. Sono il Direttore di www.natoconlavaligia.info, sito non commerciale, che è in rete dal 2004. Appassionato di Turismo, arte, cultura, food, wine e tanto altro, ho realizzato questo sito per accompagnare i nostri lettori verso mete turistiche, musei, luoghi, fiere, sagre, sport... Operatore per quanto riguarda la realizzazione, il montaggio e la messa in rete, su youtube al mio canale Enneweb TV, delle videointerviste. Scrivo nelle varie sezioni del sito e gestisco tutti gli altri collaboratori che scrivono sul sito. Faccio parte, come associato, di ARGA (Associazione Regionale dei Giornalisti Agricoli, Agroalimentari, Ambientali).