LA 35^ MARATONA DLES DOLOMITES – VINCE ANCHE IL PORTUENSE STEFANO STAGNI

LA 35^ MARATONA DLES DOLOMITIES – ENEL E’ PROPRIO UN BEL CIüF, UNO DEI TANTI FIORI CHE GIA’ RICOPRONO I PRATI E I CAMPI DELL’ALTA BADIA IN ALTO ADIGE, NEL CUORE DELLE DOLOMITEI PATRIMONIO MONDIALE UNESCO

Vincono la 35^ Maratona dles Dolomities:  1. Maltha Martha (NL-Sneek) 138 km. Donne – 1. De Cesare Lisa, Lugo (RA) Squadra Highroad Team 106 Km. Donne – 1. Stagni Stefano, Portomaggiore (FE) Squadra ASD Faenza Factory Team 138 Km. Uomini –  1. Mauti Rossano (Roma) Squadra AP07 Team-Cicli Rossi 106 Km. Uomini.

Numeri e percorsi
Su circa 27.300 richieste, la quota fissata per i partecipanti è rimasta a 8.000, per fa sì agli organizzatori di effettuare un servizio perfetto ed efficiente.
Il 50% dei partecipanti è italiano e il 50% straniero, mentre 1.500 sono i volontari.
I tre percorsi sono ormai un classico non solo della Maratona, ma del ciclismo in assoluto: la Maratona con 138 km e 4230 m di dislivello, il Medio con 106 km e 3130 m di dislivello e il Sellaronda con 55 km e 1780 m di dislivello. Percorrere le mitiche strade che hanno fatto la storia del ciclismo senza l’assillo delle auto e delle moto è qualcosa di speciale, e i ciclisti lo sanno bene. Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, Giau, Falzarego e Valparola: un carosello magnifico da pedalare immersi nel silenzio e nello splendore di un paesaggio unico al mondo. È questo il fascino della Maratona, questo è ciò che la rende un’esperienza unica da vivere sudando, faticando e spingendo sui pedali. Ciò che rimane è un ricordo che si fa indelebile nella memoria di ogni corridore.

La Maratona è sempre più Green Event
Ogni anno fioriscono iniziative che fanno della Maratona un evento sempre più green. Edizione dopo edizione gli organizzatori hanno ottenuto la certificazione “Green Event”.
Quest’anno per andare incontro alla riduzione della plastica, al ristoro finale sono stati utilizzati 16.000 piatti in vetroceramica per una riduzione di plastica del 70% rispetto agli anni precedenti.
Il tema della sostenibilità anche nell’iniziativa relativa al Green Angel, il meccanico sostenibile a bordo di biciclette elettriche Pinarello e auto full electric messe a disposizione da Audi.
Riscuote sempre più successo l’officina meccanica ideata e gestita da Enel. Quest’anno l’officina si arricchita di professionisti del mestiere con il supporto di Shimano che a partire da questa edizione entra a far parte della famiglia della Maratona.
Anche Eolo, l’azienda di telecomunicazioni, è una new entry, mentre la collaborazione di RCS come Media Partner della manifestazione è più che mai ribadita. La Maratona diventa così un’opportunità per le aziende di incontrarsi nei vari eventi durante tutto il lungo fine settimana.

Le medaglie della Maratona dles Dolomites – Enel 2022

A tutti i partecipanti della Maratona sarà consegnata una medaglia realizzata dagli artigiani della valle praticamente a mano con materiali naturali, compresi gli immancabili ciüf, simbolo di questa edizione. Nel realizzarla sono stati utilizzati 95,402metri quadri di tappeto di fieno pressato (circa 500 grammi di fieno per ogni metro quadro) con 8.000 margherite, ovvero una su ogni medaglia e 2,30 metri cubi di legno di cirmolo in tavole da 10 centimetri.
Il processo di lavorazione ha seguito questi passi: le tavole di cirmolo sono state tagliate e lavorate al tornio. Dalla stanga rotonda sono state ricavate le singole medaglie con l’arrotondamento dei lati fatti a mano. Dal tappeto di fieno con le margherite sono stati ritagliati a uno a uno i cerchi a loro volta incollati sul cerchio di cirmolo grazie a una colla naturale.

Natura è tutto ciò che ci circonda e al contempo tutto ciò che siamo #mdd35

Ancora sostenibilità al centro grazie a Enervit che ha concepito la sacca per i pacchi gara insieme alla Cooperativa Selyn dello Sri Lanka, certificata WFTO (World Fair Trade Organization). Una borsa 100% cotone da usare e riusare più volte, ecologica e sostenibile, nel rispetto dei diritti di chi ha lavorato per produrla e dello spirito ecologico dei partecipanti alla manifestazione.
Gilet ecosostenibile Carvico e maglia Castelli. Da sempre in prima linea per la salvaguardia dell’ambiente, l’azienda Carvico ha ideato un gilet del tutto inedito rispetto alle edizioni precedenti, caratterizzato da linee semplici ma decise e dal colore non casuale: un verde scuro sobrio che ricorda le nuances della terra e della natura.
Il gilet, che verrà regalato a tutti i partecipanti, è completamente sostenibile perché realizzato con gli eco-tessuti di Carvico: Norway e Revolutional Eco. Entrambi i tessuti sono realizzati in ECONYL®, brand di Aquafil, un filo di Nylon 100% rigenerato da materiali di scarto pre e post consumer come reti da pesca, fluff dei tappeti e tulle rigido.
“Sosteniamo da anni la Maratona dles Dolomites – Enel, un evento che ogni edizione raccoglie tantissimi atleti italiani e internazionali. Pedalare indossando il nostro gilet sarà un simbolo, un modo per dimostrare che chi ama lo sport ama e rispetta anche l’ambiente – dichiara Laura Colnaghi Calissoni, Presidente e AD del Gruppo Carvico. – In Carvico crediamo fortemente nella sostenibilità e siamo costantemente alla ricerca di un equilibrio che si rifletta in tutto il nostro processo produttivo per dare vita a tecno-tessuti all’avanguardia realmente rispettosi della natura.”
L’edizione 2022 della maglia della Maratona dles Dolomites – Enel risponde alle richieste dei professionisti. Leggera, aerodinamica e altamente traspirante la maglia è stata concepita per affrontare al meglio le tappe di montagna del Giro d’Italia ed è dotata di una tasca porta numero integrata sul retro (niente più spille da balia).
Castelli, per creare l’iconica maglia, ha interpretato il tema “Ciüf” (la Flora) inserendo nella texture motivi floreali, utilizzando il verde come tributo alla natura che ci circonda e che oggi più che mai va tutelata e protetta.

Elementi di natura e gastronomia
Altra novità interessante riguarda il progetto “Elementi di natura” 2022 realizzato insieme a Valeria Margherita Mosca, forager, guida escursionistica ambientale, chef e amante della natura a 360 gradi. E’ stata lei, a spiegare durante la diretta Rai del 3 luglio,  l’importanza e la varietà della flora in prossimità dei percorsi Maratona e a commentare da un punto di vista del tutto nuovo i paesaggi dolomitici.

Risultati delle gare
138-F – 138km Donne/Frauen
Maratona dles Dolomites-Enel #ciüf
1. Maltha Martha
2. Trevisiol Martina +7’48”
3. Prato Annalisa +9’12”
106-F – 106km Donne/Frauen
Maratona dles Dolomites-Enel #ciüf
1. De Cesare Lisa
2. Cappiello Olga +8’34”
3. Curnis Valeria +9’23”
Stfeano Stagni
Stfeano Stagni

138-M – 138km Uomini/Männer
Maratona dles Dolomites-Enel #ciüf
1. Stagni Stefano
2. Elettrico Tommaso +1’34”
3. Freitas Goncalo +2’25”

106-M – 106km Uomini/Männer
Maratona dles Dolomites-Enel #ciüf
1. Mauti Rossano
2. Pastacaldi Marco +3’36”
3. Wieser Franz +5’53”

03/07/2022  16:44:47 Giovanni Tavassi
Nota stampa – Immagini e video da pagina Facebook  di Maratona dles Dolomities

Giovanni Tavassi

Sono nato nel 1957 - Diplomato al Liceo Artistico di Napoli - Vivo a Portomaggiore (FE) - Ho lavorato in RFI come Professional dell'Alta Velocità. Sono il Direttore di www.natoconlavaligia.info, sito non commerciale, che è in rete dal 2004. Appassionato di Turismo, arte, cultura, food, wine e tanto altro, ho realizzato questo sito per accompagnare i nostri lettori verso mete turistiche, musei, luoghi, fiere, sagre, sport... Operatore per quanto riguarda la realizzazione, il montaggio e la messa in rete, su youtube al mio canale Enneweb TV, delle videointerviste. Scrivo nelle varie sezioni del sito e gestisco tutti gli altri collaboratori che scrivono sul sito. Faccio parte, come associato, di ARGA (Associazione Regionale dei Giornalisti Agricoli, Agroalimentari, Ambientali).