RABARBERTORTE: TORTA AL RABARBARO DANESE

Dolce viaggiare: le torte di Ilaria

Preparazione: 30′
Difficoltà ricetta: media
Tempo di cottura: 60′
Porzioni: 6/8
Costo: medio 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi vi propongo un dolce veramente squisito con un ingrediente poco conosciuto in Italia: il rabarbaro. Il rabarbaro è una pianta erbacea perenne, originaria della Cina, arrivata in Occidente in seguito alla colonizzazione dei paesi asiatici. Questa ottima pianta ha qualità digestive, depurative, lassative e rinfrescanti dell’organismo. Se coltivato in orto funge da antiparassitario naturale. L’utilizzo del rabarbaro in cucina è molto diffuso nel centro nord Europa, il suo sapore dolciastro e al contempo asprigno, lo rendono perfetto se abbinato a fragole (ottima la marmellata danese di fragole e rabarbaro) o all’estero. alle arance. La torta che vi presento oggi è composta da un primo strato croccante, un secondo strato morbido e soffice, da una crema alla vaniglia che avvolge i pezzetti di rabarbaro ed un ultimo strato di briciole croccanti : una delizia incredibile! Questa ricetta è di una signora Danese che conobbi molti anni fa e che presentò questo dolce ad una colazione internazionale: ne fui subito talmente entusiasta che le chiesi subito la ricetta.

Ingredienti Per l’impasto briciole “smuldredej”

  • 45g zucchero
  • 90g farina
  • 50g burro freddo a pezzetti
  • 1 presa di sale
  • 4g lievito per dolci

Per l’impasto soffice”mazarin”

  • 90g zucchero
  • 90g burro morbido
  • 90g farina
  • 2 uova
  • 8g lievito per dolci Vaniglia

Per la crema

  • 50g zucchero
  • 300ml latte
  • 2 tuorli Vaniglia
  • 20g amido di mais
  • 200g di rabarbaro tagliato a pezzetti.

Per prima cosa preparate la crema, poiché dovrà essere fredda per essere aggiunta al dolce prima della cottura di quest’ultimo.

P
rocedimento per la crema

  1. Mettete il latte in un pentolino e portatelo quasi ad ebollizione.
  2.  In una ciotola sbattete le uova e lo zucchero, aggiungete l’amido di mais e la vaniglia e mescolate con cura.
  3. Togliete il pentolino da fuoco e versate delicatamente, e mescolando, il composto di uova.
  4. Rimettete il pentolino sul fuoco e cuocete la crema, a fuoco lento, fino a quando sarà densa.
  5. A cottura ultimata mettete la crema a raffreddare, coperta con la pellicola per alimenti a contatto.

Quando la crema sarà completamente fredda, preparate il resto della torta.

Ora dedicatevi alla preparazione del “smuldredej”

  1. In una ciotola amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto sabbioso e formato da tante briciole e Mettete da parte.
  2. Accendete il forno a 160 gradi, imburrate ed infarinate uno stampo da torta apribile del diametro di 20-22cm.  

Ora preparate il “mazarin”

  1. In una ciotola montate a crema il burro con lo zucchero, poi aggiungete la vaniglia e, una ad una, le uova, avendo cura di pulire le pareti del contenitore con una ciotola prima di aggiungere la successiva.
  2. Quando le uova saranno ben amalgamate unite la farina ed il lievito setacciati, mescolate con cura fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi.
  3. Prendete la tortiera e ricoprite il fondo con metà del composto in briciole, versatevi sopra il “mazarin”, livellate la superficie con la spatola e a cucchiaiate aggiungete la crema. Distribuite il rabarbaro tagliato e pezzetti sopra la crema e terminate cospargendo in modo uniforme le restanti briciole.
  4. Infornate e cuocete per circa 60minuti. Al termine della cottura sfornate la torta e lasciatela raffreddare prima di gustarla.  

Nyd dit màltid – Buon appetito


Se realizzate questa ricetta, fateci sapere il vostro parere, scrivendo a: ilaria@natoconlavaligia.info

Tutte le ricette di Ilaria le trovate sul suo Blog appena nato “Il Mondo nella mia cucina”

Ilaria Mascellani

Nata a Portomaggiore - Scrivo sul sito www.natoconlavaligia.info nella sezione Assaggi & Gusti - Le ricette di Ilaria. Appassionata di cucina ho anche il blog personale https://ilmondonellamiacucina.blogspot.com