Revolutija i capolavori dell'avanguardia - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 14/12/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Arte & Cultura articoli

Revolutija - Con gli occhi della rivoluzione dopo 100 anni - Da Chagall a Malevich da Repin a Kandinsky Museo di Arte Moderna di Bologna, fino al 13 maggio 2018. Di Giovanni Tavassi


Revolutija, una rivoluzionaria mostra che raccoglie, per la prima volta in Italia, 70 grandi opere da Chagall (Passeggiata) a Malevich (Quadrato nero - Cerchio nero - Croce nera e Testa di contadino) da Repin a Kandinsky (Su bianco), a 100 anni dalla Rivoluzione di Ottobre e nei dieci giorni che sconvolsero il mondo dell'arte. Nelle sale, oltre alle opere, sono esposte 40 foto originali, due sculture e vengono proiettati tre video col sonoro.


Le opere sono esposte nelle belle sale del MAMbo - Museo di Arte Moderna di Bologna, raggiungibile anche a piedi dalla stazione ferroviaria di Bologna Centrale. La mostra è stata prodotta e organizzata da CMS.Cultura in partnership con il Comune di  Bologna/Istituzione Bologna Musei, realizzata grazie a una  collaborazione esclusiva con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo  di cui fanno parte i curatori della mostra: Evgenia Petrova, che ne è  vicedirettore, e Joseph Kiblitsky; partnership della mostra sono Volvo  Italia e Gruppo Hera e altri importanti sponsor.


Lo scopo della mostra, dicono gli organizzatori, è quello di riportare all’attenzione del pubblico, artisti tipo Repin come anche Petrov-Vodkin  o Kustodiev, rimasti un po’ nell’ombra a causa dell’enorme successo  avuto da altri quali Chagall, Malevich o Kandinsky che pure sono  presenti in mostra.


Artisti come Nathan Alt’man, Natal’ja Gončarova, Kazimir Malevich,  Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Valentin Serov, Aleksandr Rodčenko e  tanti altri ancora sono la testimonianza di questa esplosione di  modernità di inizi secolo scorso con la nascita di tantissimi movimenti  culturali d’avanguardia. Non solo artisti ma anche  poeti e intellettuali avevano partecipato alla rivoluzione  democratico-borghese del 1905, come testimonia in mostra il bellissimo  17 ottobre 1905, del 1907, di Il’ja Repin, accanto all’altrettanto  magnifico Che vastità! del 1903. La perdita e  il fallimento della rivoluzione del 1905 portò sconforto e sfiducia fra  gli intellettuali e gli artisti. Cos'è che sconvolse il mondo dell'arte  12 anni dopo? Fu la vittoria della rivoluzione  di Ottobre del 1917 che diventò un punto di riferimento per tutti i  tipi di arte e spianò la strada alla nascita di tantissimi gruppi  d'avanguardia.


Percorrendo le sale si possono ammirare i capolavori dei grandi protagonisti dell'inizio '900 focalizzando gli anni tumultuosi dal 1910 al 1920, che hanno visto nascere arte, associazioni e movimenti d'avanguardia culturali, fra loro anche contrapposti, e che hanno raccontato la rivoluzione di Ottobre attraverso il: primitivismo, cubo-futurismo, suprematismo, espressionismo figurativo, fino ad arrivare all'astrattismo.


Da poco ha chiuso i battenti Artefiera e chi ha avuto modo di visitare i due padiglioni della fiera internazionale dell'Arte a Bologna, guardando le opere di Revolutija si accorge che quei movimenti di avanguardia della rivoluzione di Ottobre hanno condizionato il mondo dell'arte e tantissimi ancora oggi si ispirano a quelle forme di pittura estremamente contemporanee anche nel secondo millennio.


Trailer di Revolutija




Video Natoconlavaligia



Mappa



Info
MAMbo – Museo d’Arte Moderna Bologna
Via Don Minzoni 14 - Bologna
12 dicembre 2017 – 13 maggio 2018
Periodo: dal 12 Dicembre 2017 al 13 Maggio 2018
Luogo: MAMbo – Museo di Arte Moderna di Bologna - Via Don Minzoni, 14
Curatori: Evgenia Petrova, Joseph Kiblitsky
Tel.+39 051.71.68.808
24/02/2018
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti | Torna al menu