Museo nazionale del basket italiano a Bologna - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 17/06/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

A World of Style articoli

Museo Nazionale del Basket Italiano - Un concorso di idee per la progettazione di un Museo del Basket all’interno del PalaDozza: così il palazzo dello sport di Bologna si rinnova negli spazi diventando una grande arena per sport ed eventi.




Bologna è una storica città di sport e di pallacanestro conosciuta, non solo in Italia, come Basket City, dotata di un Palazzetto costruito nel 1956 e definito il “salotto” dello sport bolognese o anche “il piccolo Madison”.

Proprio nell’ottica di valorizzare Bologna e la sua tradizione sportiva, sia come risorsa turistica che come asset per far crescere la città e proiettarla nel futuro, si lancia oggi un nuovo e ambizioso pro-getto, tuttora unico in Italia: un Museo del Basket che parli della cultura dello sport legata alla pallacanestro, nel quadro di un rinnovamento generale del PalaDozza, messo a nuovo negli spazi e sem-pre più vicino alle grandi Arene di eventi a livello internazionale.

Il Museo del Basket, che sarà ospitato in nuovi locali ricavati all’interno del PalaDozza, verrà realizzato tramite un Concorso di idee lanciato dal Comune di Bologna e Bologna Welcome. L’obiettivo è di raccogliere i migliori progetti per questo innovativo museo, che dovrà interessare in maniera diffusa tutta la struttura del Palazzetto dello Sport e che non conterrà solo cimeli, ma seguirà un percorso narrativo fatto principalmente di supporti multimediali che stimolino la curiosità dei visitatori verso questo mondo e la sua storia.

Più che un museo una vera e propria agorà del basket con aree didattiche per giovani, scuole e famiglie, oltre che uno spazio eventi per incontri e presentazioni. Il PalaDozza diventa così una delle case dello sport cittadino, non solo sede delle partite di Virtus e Fortitudo ma anche luogo di incontri e attività che promuovano il futuro della pallacanestro. Il progetto del Museo è sviluppato insieme alla Federazione Italiana Pallacanestro, che svolge un ruolo fondamentale di supporto e che ha messo a disposizione le sue indispensabili competenze e risorse nel settore del basket.

“Il Comune di Bologna ha deciso di riqualificare il PalaDozza con interventi significativi che lo stanno riportando ad essere un tempio dello sport - afferma Matteo Lepore, assessore allo Sport del Comune di Bologna - Lo vogliamo aperto sette giorni su sette, fornito di servizi e di un museo nazionale del basket. Un progetto che presentiamo oggi e che porterà, una volta di più, Bologna ad essere la capitale della pallacanestro italiana”.

"Bologna, da sempre, è un crocevia di cultura, progresso sociale e sport. Il PalaDozza è uno dei templi della nostra pallacanestro ed anche uno dei luoghi più suggestivi in Italia per far nascere e sviluppare, grazie al Comune di Bologna e al Comitato Regionale FIP Emilia-Romagna, il Museo Nazionale del Basket - sostiene il presidente FIP Giovanni Petrucci - Crediamo nella bontà di questo progetto e nelle sue potenzialità di raccontare in senso educativo il nostro movimento, ed essere un ponte formativo ed informativo fra le diverse epoche del basket italiano."

“Finalmente Bologna torna a vivere appieno una delle case dello sport e della musica cittadina, nel cuore della città, con un importante progetto di riqualificazione - dichiara Celso De Scrilli, presidente di Bologna Welcome - Siamo molto orgogliosi di questa iniziativa, in particolare del Museo del Basket che va ad aggiungere un tassello significativo all’offerta turistica della città, valorizzandone la grande tradizione sportiva”.

Il concorso di idee viene lanciato oggi, lunedì 7 gennaio 2019, e i partecipanti avranno tempo tre mesi per candidare le loro proposte alla realizzazione concreta.

Il concorso di idee detterà le linee guida per come sarà e avrà le seguenti caratteristiche:
- diffuso, potrà interessare tutte le aree della struttura (il bar-ristorante, il campo da gioco, l’anello di accesso…);
- interattivo e digitale, i cimeli saranno solo un pretesto per stimolare la curiosità dei visitatori;
- dinamico, si rinnoverà non solo periodicamente, ma anche tutti i giorni proponendo sempre qualcosa di nuovo.

È possibile scaricare il testo integrale del Concorso di idee dal sito di Bologna Welcome. Questo il link abbreviato diretto: https://goo.gl/W5phSj
Il tutto all’interno di un simbolo dello sport cittadino che è protagonista da mesi di una riqualificazione generale. Le migliorie riguardano il rinnovato parquet, la cui superficie ricopre l’intero ovale del PalaDozza per poter ospitare qualsiasi disciplina sportiva anche a livello internazionale. Rinnovati anche i canestri in campo, i bagni al piano terra, l’impianto di illuminazione, le tende degli ingressi campo e delle finestre ultimo anello e parte dei seggiolini negli spalti.

Infine, entro la tarda primavera, inaugurerà un nuovo punto ristoro che andrà a sostituire il vecchio Caffè Atlantico e che porterà il nome di Pick and Roll cafè, e che sarà dotato anche di un’area privata destinata all’hospitality delle squadre per il pre-partita.

È anche grazie a questa riqualificazione generale che il PalaDozza, a oltre 60 anni dalla sua creazione, ha intrapreso un ambizioso progetto di rinnovamento: non solo sport e musica ma anche incontri e convegni che animeranno la grande Arena del centro della città rendendola sempre più vicina alle grandi arene internazionali. Sarà un Palazzo dello Sport sempre aperto, interamente visitabile, che verrà vissuto al pieno delle sue potenzialità.


07/01/2019

Mappa località Pala Dozza Bologna



Sito realizzato da Giovanni Tavassi
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti | Torna al menu