La ricetta di Laura Ruggieri, Roast Beef Sandwich con Dogajolo Rosso - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 21/08/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli Food articoli


La ricetta di Laura Ruggieri



La Toscana nel calice e nel panino - Roast Beef Sandwich con Dogajolo - Un panino da Rosso - Un Sandwich easy chic facile da preparare e da abbinare.

Ricetta

Roast Beef Sandwich con salsa tonnata
Ingredienti per 4 persone:
Un girello di manzo razza chianina – 1kg
Pane per tramezzini
Maionese
Senape
Tonno sott'olio 250 gr
Uova – 3
Semi di sesamo bianco – 1 confezione
Semi di papavero – 1 confezione
Olio di semi
Farina
Rucola
Riduzione di aceto balsamico
Sale grosso
Pan grattato – 1 confezione

Preparazione:
Una ricetta semplice ma che incontra gusti e stili contemporanei, di facile esecuzione  facile realizzarle a casa.
Prendete una teglia abbastanza capiente e, dopo aver adagiato la carta forno, ponete al suo interno il girello di manzo intero, senza tagliarlo. Spalmate la senape su tutta la carne e in modo uniforme, fino a ottenere una massa compatta; dopodiché prendete il sale grosso e ricoprite il tutto abbondantemente. La carne, insaporita dalla senape, dovrà cuocere sotto sale, al forno, a 180 gradi per almeno 25 minuti.
Nel frattempo preparate la salsa tonnata. Prendete il tonno, scolatelo attentamente dell’olio in eccesso e mettetelo nel frullatore assieme alla maionese, fino a ottenere una crema liscia e omogenea. Una volta terminata la preparazione, mettetela da parte in una scodellina o in un sac à poche in previsione dell’impiattamento.
In attesa della cottura della carne, potete cominciare a predisporre anche il pane, tagliando fette uniformi e triangolari. Prendete poi le uova e rompetele in una ciotola. Mescolate con una forchetta, come voleste ottenere una frittata. In un’altra ciotola, mescolate assieme i semi di sesamo bianco, i semi di papavero e il pan grattato. In una terza ciotola, o sul ripiano di taglio, versate la farina. Avete ora tutto il necessario per provvedere all’impanatura.
Prendete le fette di pane: passatele prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto, infine nei semi di papavero, sesamo e pan grattato. Calate le fette di pane in una pentola piena di olio di semi bollente e girate con delle pinze per non più di due minuti. Tiratele fuori e mettetele a sgocciolare in una teglia con carta assorbente.
Torniamo quindi alla nostra carne: toglietela dal forno e provvedete a eliminare il sale grosso. Prendete il pezzo di carne e adagiatelo su un tagliere. Con un coltello adeguato, tagliate fette non troppo spesse. A questo punto siamo quasi pronti per l’impiattamento.
Prendete un tagliere pulito e adagiate la prima fetta di pane impanato e fritto. Riempitela con, nell’ordine: salsa tonnata, rucola, carne, un filo d’olio extravergine di oliva. Ripetete l’operazione una seconda volta e ricoprite, con la seconda fetta di pane, il vostro sandwich.
Siete pronti per servire in tavola! Prendete il piatto e decoratelo con un filo di riduzione d’aceto balsamico, maionese e qualche fogliolina di rucola. Il vostro Sandwich con Roast Beef e salsa tonnata e pronto per essere impiattato e gustato!

Abbinamento vino: Dogajolo Rosso 2016 CARPINETO

Dogajolo Toscano Rosso IGT
E' uno dei vini più innovativi ad oggi prodotti dalla CARPINETO, le sue caratteristiche raramente si trovano insieme nello stesso vino. In lui sono racchiusi tutti quei caratteri che maggiormente vengono apprezzati nel vino: la forza della gioventù, la maturità del legno, la morbidezza della classe, i profumi fruttati e fragranti, i colori vivi e profondi. Si tratta di un blend di Sangiovese 70% e Cabernet ed altre uve al 30%.
E' un vino pieno, morbido, rotondo, di ottima struttura. Il profumo è vinoso e nello stesso tempo fruttato, con sensazioni di ciliegia, gradevoli sentori di vaniglia, caffé e spezie. Un vino altamente bevibile.
Particolare attenzione merita l’etichetta, bouquet di rami e foglie di quercia come quelle dei boschi nella Tenuta di Montepulciano. I colori sono quelli dell'autunno, i rossi, i gialli, il verde, i marroni.
Piccoli dettagli esclusivi come una o due pennellate di oro per le foglie e lo stile iconico della ceralacca danno un'eleganza preziosa ma al tempo stesso semplicemente naturale.
L’annata corrente, la 2016, è in enoteca a 9 euro

Dogajolo Rosso Toscana I.G.T.
Questo è certamente uno dei vini più innovativi fino ad oggi prodotti. In esso sono racchiusi tutti quei caratteri che nel vino si apprezzano di più: i profumi fruttati e fragranti, i colori vivi e profondi, la forza della gioventù, la maturità del legno, la morbidezza dell’eleganza.
Uve usate: Sangiovese fino al 70%. Cabernet ed altre varietà per il resto. Queste percentuali cambiano a nostra discrezione e secondo le annate.
Tecnica di vinificazione: le due varietà di uva, poiché maturano in tempi diversi, vengono vinificate separatamente. Verso la fine della fermentazione vengono unite e poste in piccoli barili di legno, dove completano lentamente prima la fermentazione alcoolica e poi quella malolattica.
Affinamento: l'imbottigliamento avviene a cavallo tra marzo ed aprile dell'anno successivo alla vendemmia. E' di pronto consumo, però, come tutti i vini rossi di pregio, può avere una lunga evoluzione.
Colore: rosso rubino vivo, molto intenso.
Profumo: vinoso e nello stesso tempo fruttato, con sensazioni di ciliegia, gradevoli i sentori di vaniglia, caffè e spezie.
Sapore: pieno, morbido, di ottima struttura.
Gradazione: 13,50% vol.
Temperatura di servizio: 15-16°C il primo anno, successivamente a 18-20°.
Abbinamenti gastronomici: da giovane, poiché intense le caratteristiche primarie dei vitigni, può essere consumato anche con i primi piatti e carni bianche, non particolarmente strutturati. Il meglio di sé lo dà però con i piatti di sapore tipici regionali, con gli arrosti, con la carne alla griglia e anche con gli insaccati.


Carpineto
Consolidata azienda vitivinicola toscana,dal 1967, quando l'azienda fu fondata,ha decuplicato la superficie dei vigneti, da 20a oltre 200 ettari, per oltre 500 chilometri complessivi di filari, articolati su cinque Tenute o Appodiati: Montepulciano, Montalcino, Gaville (Alto Valdarno), Dudda (Greve in Chianti) e Gavorrano.
Tra le top 100 di Wine Spectator, premiata in particolare per alcuni vini icona come il Vino Nobile di Montepulciano Riserva(26° posto con un punteggio di 93/100), l'azienda ha una produzione che copre tutti i grandi rossi della Toscana.
Era il 1967 quando le famiglie Sacchet e Zaccheo fondarono la Carpineto col proposito di produrre il migliore Chianti Classico che il “terroir” potesse offrire. Una rivoluzione vera per quei tempi.
Le due famiglie videro nella Toscana un enorme potenziale, dove poter produrre grandi vini di tradizione applicando le tecniche più all’avanguardia nei processi produttivi e aumentando gli standard qualitativi dell’epoca.
Innovatori per vocazione, Sacchet e Zaccheo, insieme alle nuove generazioni, Caterina Sacchet, enologa, Elisabetta Sacchet, Francesca Zaccheo e Antonio Michael Zaccheo, hanno continuato a sperimentare, nel rispetto dei grandi valori storici della Toscana e di una qualità mantenutasu standard molto elevati, con l'obiettivo di tutelare non solo le caratteristiche dei vini ma anche l'ambiente.
Negli anni la Carpineto, che ha mantenuto l'assetto familiare, è cresciuta costantemente fino a diventare un brand dal successo internazionale,affermatasi per l'eccellenza dei suoi prodotti e molto ben posizionata all'estero con un export diretto verso oltre 70 Paesi, Canada e Stati Uniti in testa.
Tre linee di produzione e oltre 30etichette per una produzione complessiva di 3 milioni di bottiglie. Gran parte della produzione è data da vini delle più prestigiose DOCG della Toscana.Rossi per lo più,Riservedigrande struttura ed estratto, vini estremamente longevi.
Nata 50 anni fa dalla scommessa sui grandi territori vinicoli della Toscana e dal sogno di mettere insieme le 3 denominazioni più importanti della regione, Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino, oggi è una realtà fortemente rappresentativa della migliore Toscana vitivinicola.
Carisma, stile, grande continuità qualitativa dei vini, riconoscimenti internazionali prestigiosi da scoprire sul territorio, nei vigneti delle 5 Tenute, o Appodiati, nei territori più vocati della Toscana.

Info

30/07/2018
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita: jamendo.com
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Torna ai contenuti | Torna al menu