La Reggia di Venaria a Torino - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 17/06/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Arte & Cultura articoli
La Reggia di Venaria. Di Pietro Gavioli


Il nome di Venaria Reale, comune in provincia di Torino con circa 35.000 abitanti, è legato alla grande tenuta di caccia creata nel 1713 dai Savoia. Il centro storico della città conserva l’impronta barocca, soprattutto nella centrale piazza dell’Annunziata disegnata da Amedeo di Castellamonte. Opera di quest’ultimo, edificata verso il 1660, è anche la Reggia che, devastata due volte dai francesi, fu restaurata da Filippo Juvarra, noto architetto messinese vissuto fra il XVII e il XVIII secolo.





Dall’ottobre 2007, dopo due secoli di abbandono e degrado ed otto intensi anni di restauro, la maestosa Reggia barocca, commissionata alla metà del Seicento dal duca Carlo Emanuele II di Savoia, è stata restituita agli antichi fasti. L’imponente Reggia rappresenta uno dei più significativi esempi dell’architettura e dell’arte del XVII e XVIII secolo. Vasti e bellissimi i 50 ettari dei giardini, il cui restauro ancora non  è completato. Ritornata alla magnificenza barocca cui fu ispirata, la Reggia di Venaria è un immenso complesso monumentale alle porte di Torino, rinnovato simbolo di modernità e cultura. Luogo di grande interesse artistico è una meta obbligata per chi voglia intraprendere una vacanza nella capitale sabauda.



Il progetto di recupero della Venaria Reale è stato promosso dall’Unione Europea e curato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Piemonte: è stato considerato il più grande cantiere d’Europa nel campo dei beni culturali. Dalla sua apertura, la Venaria Reale si è attestata tra i primi siti monumentali più visitati in Italia. Nella raffinata struttura barocca si respirano i piaceri di arte, storia e architettura in un contesto paesaggistico straordinario.
Negli 80.000 metri quadrati di superficie si possono visitare il maestoso Salone di Diana progettato da Amedeo di Castellamonte, la magnifica Galleria Grande e la Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie, opere settecentesche di Filippo Juvarra.

Sorprendono il celebre Bucintoro, fatto realizzare dai maestri veneziani nel 1731 e unico sopravvissuto al mondo, nonchè la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte.



Il percorso espositivo dedicato ai Savoia accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia.
La Venaria Reale non è propriamente un museo , ma un’accogliente Reggia per i contemporanei che quasi ogni giorno si trasforma in un caleidoscopio di spettacoli e attività culturali che soddisfa ogni tipo di pubblico, italiano ed internazionale, in uno spazio straordinario.
07/01/2019

Arte, musica e cinema

Sito realizzato da Giovanni Tavassi
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti | Torna al menu