Artefiera 2019 un'edizione rinnovata col nuovo Direttore Artistico - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 27/06/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Arte & Cultura articoli

Artefiera 2019 - La Fiera Internazionale dell'Arte - Un'edizione rinnovata che riscontra critiche positive dei galleristi per la nuova direzione artistica di Simone Menegoi. Di Giovanni Tavassi




La 43^ edizione di Artefiera 2019 a Bologna, si è chiusa con oltre 50mila visitatori che hanno, di fatto, premiato il rinnovamento e la nuova direzione artistica di Simone Menegoi, classe 1970, critico e curatore indipendente che dal 2005 cura mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all’estero, collaborando con prestigiose istituzioni quali il Museo Marino Marini di Firenze, David Roberts Art Foundation (Londra), Nouveau Musée National de Monaco, Triennale di Milano, Extra City Kunsthal (Anversa). Durante l’ultima edizione di Arte Fiera e ART CITY, Menegoi ha curato la prima mostra personale in Italia di Erin Shirreff, acclamata da critica e pubblico come uno degli appuntamenti di maggior rilievo.




In soli 4 mesi Simone Menegoi, ed il suo staff, è riuscito a portare il rinnovamento ad Artefiera tenendo al centro sempre l'italianità della manifestazione ma senza tralasciare il carisma internazionale, con arte moderna, contemporanea e nuove tendenze, che la kermesse artistica ogni anno propone negli stand di Bologna Fiere.


Fra le novità annunciate in precedenza dagli organizzatori, c'era quella del numero bloccato degli artisti per galleria:

- Non più di 3 artisti per piccole Gallerie

- Massimo 6 artisti per le Gallerie negli stand più grandi

Questa formula è stata molto apprezzata dai galleristi come si evince da alcune nostre interviste fatte nella giornata di oggi 4 febbraio 2019.


Le altre novità ricordiamo:

- Il rinnovamento per quanto riguarda l'aspetto dell'immagine grafica e del programma.

- Gallerie partecipanti circa 150 di cui una cinquantina presenteranno dei solo show
- Main Section (arte moderna e postbellica fino ad arrivare al contemporaneo)
- Fotografie e immagini in movimento

Mix video immagini



Grande interesse all'ingresso ha destato l'installazione "Hic et Nunc, 2019" di Flavio Favelli. "Hic et Nunc è un tentativo di creare un luogo, più che uno spazio, con una vita di pochi giorni, in un ambiente come quello di una fiera. Arte Fiera".


Anche quest'anno, con la collaborazione del Comune di Bologna, si è svolta Art City, tutto dedicato all'arte moderna e contemporanea. A curare il programma è stato Lorenzo Balbi, direttore del MAMbo.

Sabato 2 febbraio c'è stata la notte bolognese dedicata all'arte con Art City White Night: una diffusione/invasione dell’arte contemporanea in città.

Durante il nostro percorso all'interno della fiera abbiamo incontrato anche il Gallerista Arstudio, Francesco Pasini di Portomaggiore e con lui siamo andati a conoscere alcune gallerie presenti.

Galleria d'arte Granelli di Castiglioncello Livorno che ha presentato le opere del Maestro Bruno Munari. Abbiamo chiesto a Silvia Ricci, direttrice della Galleria Granelli, come è andata questa edizione 2019 "E' stata un'edizione molto positiva che nel rinnovamento ha fatto avvicinare anche un pubblico interessato più giovane".



Galleria biasutti & biasutti di Torino che ha presentato le opere degli artisti Giorgio Griffa - Piero Gilardi e Gianfranco Barruchello. Abbiamo chiesto a Giuseppe Biasutti come è andata la fiera e se piace la nuova formula degli artisti bloccati per stand. "E' stata una buona fiera e un buon pubblico e per quanto riguarda questa nuova formula del numero degli artisti presenti negli stand 3 o 6 a secondo della metratura, ha senza dubbio portato una ventata di novità che per noi ha funzionato".



Galleria Boxart di Verona che ha presentato le opere di 5 artisti Siwa Mgoboza  - Daniel Spoerri - Marco Cingolani - Ermann Nitsch - Liu bolin. Abbiamo chiesto al gallerista Giorgio Gaburro come è andata la fiera e come ritiene la nuova formula del numero bloccato degli artisti per stand. "Artefiera, quest'anno è migliorata nella qualità del pubblico e delle gallerie, più ordinata e più sobria. Per quanto riguarda il numero bloccato è una buona cosa anche se dovrebbe essere buon senso delle gallerie, anzichè essere un paletto messo dalla fiera".



Come ogni anno, di seguito elenchiamo i premi di Artefiera

Premi anno 2019

Premio Mediolanum per la Pittura
Giuria:
° Cecilia Canziani, curatrice indipendente, Roma
° Gianluca Ranzi, curatore indipendente, Milano
° Stefano Pirrone, Wealth Advisor Banca Mediolanum
° Maria Morganti, artista, Venezia
Acquisizione e motivazione
"Il premio viene assegnato all’opera Dopo la Tempesta, 2017 dell’artista  Nazarena Poli Maramotti -  A+B Gallery il cui lavoro affronta e si confronta con la grande storia della pittura ma reinterpretandola come lacerazione nella sua frammentazione e nel suo divenire"

Premio per la Fotografia Annamaria e Antonio Maccaferri
Giuria:
° Annamaria e Antonio Maccaferri, collezionisti
° Maura Pozzati, storica dell’arte, Bologna
° Letizia Ragaglia, direttrice Fondazione Museion, Bolzano
Acquisizione e motivazione
"La giuria ha riscontrato una qualità molto alta della sezione fotografia e immagine in movimento con proposte innovative e sperimentali riguardo soprattutto all’arte italiana e alle giovani proposte. Per questa ragione il primo premio viene assegnato a I Pilastri della Terra, 2019 di Virginia Zanetti – Galleria Traffic per aver affrontato con spiritio leggero e originale tematiche attuali e urgenti come l’attenzione all’ambiente.
Secondo premio ex equo viene data a Mushroom from the forest #1, 2011 di Takashi Homma – Galleria Viasaterna e a The Google Trilogy – 1. Report a problem, 2012 di Emilio Vavarella - Galleriapiù. Con il primo si da un riconoscimento ad un linguaggio fotografico raffinato e concettuale, capace di affrontare tematiche legate ancora una volta all’ambiente, in questo caso drammatiche, con il secondo è stato premiato l’utilizzo intelligente della rete e l’aver sviluppato un corpus fotografico legato al lungo viaggio virtuale capace di incontrare ed evidenziare l’errore con grande impatto cromatico e visivo".

Premio Arte e Progetto, Jacobacci & Partners
Giuria
° Eva Brioschi, curatrice Collezione La Gaia, Busca (CN)
° Stefano Collicelli Cagol, curatore Fondazione La Quadriennale, Roma
° Andrea Viliani, direttore Madre, Napoli
° Elena Re, curatrice indipendente e curatrice collezione Jacobacci, Torino
Acquisizione e motivazione
"Per la struttura aperta dell’opera, per la sua capacità di dialogare con lo spazio e chi lo abita, per la sua natura progettuale espressa attraverso la stratificazione di materiali, tecniche e riferimenti sempre diversi. Inoltre per la coerenza con il progetto culturale sviluppato nel tempo dalla Galleria Norma Mangione. E infine per la piena espressione della mission della Jacobacci&Partners, la giuria assegna all’unanimità il premio Arte e Progetto all’opera Untitled, 2018 dell’artista Bernd Ribbeck (Colonia 1974)".

Premio #ContemporaryYoung
L’opera vincitrice entrerà a far parte della collezione dei Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia, con l’obiettivo di creare, col tempo, un vero e proprio fondo artistico dell’Associazione, in un’ottica di mecenatismo dedicato ai giovani artisti e in collaborazione con Arte Fiera.
Giuria
° Artista Sissi
° Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia Michele Poggipolini
° Marco Arletti
° Enrica Gentile
° Andrea Pizzardi ed Enrico Zuffellato per il Gruppo Giovani di Confindustria Emilia
° Andrea Maioli, responsabile Cultura e Spettacoli di QN il Resto del Carlino
° Alberto Ferrari, Direttore Generale Banca di Bologna,
Acquisizione e motivazione
"È l’artista Alberto Scodro, presentato dalla galleria CAR DRDE  di Bologna, il vincitore della quarta edizione del premio #ContemporaryYoung, organizzato dal gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia e lanciato per la prima volta in occasione di Arte Fiera 2015.
L’opera vincitrice è “Santa Maria” ed è stata scelta dalla giuria presieduta dall’artista tra le 20 opere candidate presentate dagli artisti under 40 che si erano confrontati con il tema: “Art is Work - Is Work Art? L’Arte è Lavoro - Il Lavoro è Arte?”.

Premio ANGAMC alla carriera
"Il Premio 2019 è stato assegnato alla carriera del gallerista Pasquale Ribuffo – recentemente scomparso – fondatore insieme a Franco Bartoli della Galleria De’ Foscherari di Bologna"
Presenti alla cerimonia Gianpiero Calzolari (Presidente BolognaFiere), Simone Menegoi (Direttore Artistico Arte Fiera) e Mauro Stefanini (Presidente ANGAMC), che hanno portato ai presenti il loro saluto. Dopo l’intervento di Pier Giovanni Castagnoli (storico dell’arte, già Direttore della GAM di Torino), teso ad illustrare la storia del gallerista premiato e della sua galleria, Mauro Stefanini ha consegnato la targa ai figli di Pasquale Ribuffo, Elena e Francesco Ribuffo, dando pubblica lettura della motivazione: «Alla carriera di Pasquale Ribuffo, cofondatore della Galleria De’ Foscherari, che dai primi anni Sessanta ha associato, con grande impegno e professionalità, l’interesse per gli artisti storicizzati ad un’approfondita ricerca sulla contemporaneità»".

Premio Rotary Bologna Valle del Samoggia
Giuria
° Roberto Grandi, Presidente Istituzione Bologna Musei
° Fabiola Naldi, critica, curatrice e professore di arte contemporanea, Bologna
° Paolo Nucci Pagliaro, Presidente Accademia Studi Caravaggeschi,
° Davide Rivalta, artista, coordinatore Dip. Arti Visive Accademia Belle Arti Bologna
° Elisabetta Stagni, Presidente Rotary Club Bologna Valle del Samoggia
Motivazione
"In questa edizione la giuria all’unanimità ha potuto rilevare l’altissima qualità sia delle gallerie sia degli artisti e pertanto ha deciso di aumentare il numero degli stand selezionati. Per favorire la diffusione della cultura dell’arte soprattutto tra i giovani e per divulgare i principi del Rotary sull’amicizia e fratellanza tra le genti, è stato assegnato il premio Rotary Bologna Valle del Samoggia alla galleria AF e il premio Rotaract Bologna e il premio speciale “Andrea Sapone” all’artista Sergia Avveduti in quanto ha saputo utilizzare molteplici dispositivi nella ricerca di differenti contesti espressivi".

Mappa della località


04/02/2019


Arte, musica e cinema

Sito realizzato da Giovanni Tavassi
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti | Torna al menu