14 febbraio, notte romantica al Castello di Spessa - Natoconlavaligia

Ultimo aggiornamento 18/04/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Hotel & Spa articoli

14 febbraio, notte romantica al Castello di Spessa di Capriva del Friuli (Go).

Un brindisi con Casanova, il vino dell’amore per festeggiare San Valentino.




Casanova, il vino dell’amore: con un calice di questo vino gli innamorati saranno accolti il 14 febbraio in occasione di San Valentino al Castello di Spessa Resort di Capriva del Friuli, nel Collio Goriziano, e brinderanno alla ricorrenza più romantica dell’anno. Un pregiato Pinot Nero intitolato a Giacomo Casanova, che fu ospite del maniero e ne amò i vini definendoli “di qualità eccellente”. Proviene dai vigneti che circondano il castello ed invecchia nella penombra e nel silenzio delle scenografiche cantine medievali scavate sotto l’edificio.

Nel pomeriggio, potranno visitare le cantine, oppure fare una rilassante passeggiata letteraria nel parco storico, fra alberi secolari e balconate ornate di statue, sostando a leggere le 10 frasi di Giacomo Casanova (che soggiornò a Spessa) sull’amore, le donne, l’amicizia, la vita incise su tabelle in ferro battuto. Per la serata, in programma una raffinata cena al lume di candela davanti al fuoco del camino, alla Tavernetta, il ristorante gourmet del resort ricavato dalla ristrutturazione di un antico casolare ai piedi del castello. E poi, pernottamento nelle suite del Castello, arredate con mobili d’epoca, oppure nelle calde camere della Tavernetta, dall’atmosfera country chic. La più richiesta sarà – vista la ricorrenza- la romanticissima Suite Casanova.

Pacchetto pernottamento con cena: 175,00 € a persona se si pernotta al Castello e 155,00 € se si pernotta a La Tavernetta al Castello.

Info
Castello di Spessa Golf & Wine Resort
Via Spessa, 1 - Capriva del Friuli (GO)
Tel/Fax: + 39 0481.808124


Castello di Spessa Golf & Wine Resort - Legato a nobili casate e illustri ospiti come Giacomo Casanova, il Castello di Spessa si trova nel cuore del Collio Goriziano, a Capriva del Friuli, ed è completamente circondato dalle vigne della tenuta a cui dà il nome, fra cui si snodano le 18 buche del Golf Country Club Castello di Spessa. Le sue origini risalgono al 1200. Oggi elegante Golf&Wine Resort, ha una quindicina di suites arredate con mobili del’700 e dell’800 italiano e mitteleuropeo e, scavata nella collina sottostante il maniero, la più antica e scenografica cantina del Collio, dove invecchiano i pregiati vini della tenuta. Nella saletta del Gusto, il Bistrot del Castello, si degusta una straordinaria selezione di prodotti del Friuli Venezia Giulia.  Dal restauro di una vecchia cascina ai piedi del castello è stata ricavata la Tavernetta al Castello, con un rinomato Ristorante Gourmand e 10 camere dall’atmosfera country chic. La Club House del Golf Country Club è ospitata in un antico rustico, con ampio dehors e un’ombreggiata terrazza: nel suo ristorante, l’Hosteria del Castello (aperta anche a chi non gioca a golf), la cucina rincorre la stagionalità e ricalca i sapori del territorio. In un casale affacciato sul green sono stati ricavati 8 appartamenti, dedicati soprattutto ai golfisti e arredati con caldo stile rustico, mentre un altro (il più appartato della tenuta, con 10 stanze) è riservato al Digital Detox.  Dai vigneti del Resort, che si trovano nella Doc Collio e nella Doc Isonzo, provengono i pregiati vini Castello di Spessa.
12/01/2019
Sito realizzato da Giovanni Tavassi
www.natoconlavaligia.info
Il sito utilizza musica gratuita d jamendo.com e Youtube
I video youtube nel sito sono inseriti nel formato embed
Il sito è stato realizzato da: Giovanni Tavassi
sito realizzato da Giovanni Tavassi
Importante: Molte delle immagini pubblicate sono tratte da internet ed in ragione del fatto che non compare a corredo delle stesse nessuna indicazione circa il copyright sono valutate di pubblico dominio.
Qualora il loro utilizzo violi i diritti d'autore, si provvederà immediatamente a rimuoverle previa segnalazione al seguente indirizzo: g.tavassi@natoconlavaligia.info
Torna ai contenuti | Torna al menu